Le piante d’appartamento sono una risorsa per la casa. Portano un tocco tropicale agli interni e possono persino ripulire l’aria dell’ambiente. Alcune piante sono facili da curare e possono sopravvivere a un’annaffiatura eccessiva o insufficiente. Queste piante sono infatti descritte come indistruttibili e sono ideali per le persone che non hanno il pollice verde. Scopri le 10 piante da interno di facile manutenzione.

Se ti piacciono le piante d’appartamento ma non hai il pollice verde, puoi scegliere piante facili da curare e resistenti.

Quali sono le 10 piante da interno di facile manutenzione?

Ecco le piante d’appartamento facili da curare:

Leggi anche: Come coltivare e prendersi cura della rosa di Natale?

  1. Aloe vera: pianta disinquinante resistente
Aloe Vera

L’aloe vera è una pianta succulenta della famiglia delle Asphodelaceae. Questa pianta decorativa è poco impegnativa.  È anche noto per essere efficace nella purificazione dell’aria ambiente e nell’assorbimento della formaldeide, grazie alle sue proprietà disinquinanti. L’aloe vera è anche una pianta resistente al calore. Non sarebbe probabile che risenta del calore irradiato dal tuo radiatore. Le foglie carnose dell’aloe vera sono impregnate d’acqua e quindi questa pianta necessita di poche annaffiature. Pertanto, innaffia la tua aloe vera solo una volta alla settimana,  anche quando fa caldo.  Diluire un po’ di fertilizzante liquido nell’acqua di irrigazione ogni due mesi. In inverno, interrompi tutto il fertilizzante e l’acqua solo una volta al mese.

  1. Chlorophytum o pianta ragno
Clorofito

Il Chlorophytum è una pianta perenne con fogliame sempreverde e decorativo. Questa pianta originaria del Sudafrica è nota per essere  molto robusta e poco impegnativa. Grazie ai suoi bulbi , il chlorophytum può sopportare lunghi periodi di siccità. Anche se le sue foglie appassiscono, basta una semplice annaffiatura  per ridare vitalità alla pianta.

  1. La sansevieria: pianta di facile manutenzione
sansevieria

La sansevieria o lingua di suocera ha il vantaggio di adattarsi a qualsiasi interno. Questa pianta succulenta immagazzina acqua e  quindi resiste alla siccità per diversi mesi. D’altra parte, un eccesso di annaffiature può danneggiarlo. Da qui l’interesse di mettere uno strato di palline di argilla sul fondo del vaso. Ciò favorirà il drenaggio, per  prevenire il marciume radicale.  Ricordatevi anche di togliere l’acqua stagnante nel sottovaso o nel cache-pot. Nota che puoi riprodurre la tua sansevieriada una sola foglia.

  1. Haworthia, piante grasse perenni
haworthia

Le Haworthia sono piante perenni, simili alle aloe. Queste piante grasse sono poco impegnative  e facili da coltivare in casa.  Possono vivere con poca acqua e non rischierebbero di morire se ti dimenticassi di annaffiarli. In estate, puoi annaffiare la tua haworthia solo ogni 2 o 3 settimane, soprattutto quando il terreno è molto secco.

  1. Aspidistra: pianta decorativa resistente
Aspidistra

L’aspidistra è una pianta ornamentale perenne con fogliame sempreverde. Questa pianta rustica  può sopportare la mancanza di luce. Anche l’irrigazione poco frequente non danneggerà la tua pianta. D’altra parte, l’aspidistra ha bisogno di fertilizzante azotato per prosperare.

  1. Pothos: una pianta di facile manutenzione
pothos

Il pothos, chiamato anche edera del diavolo, è un rampicante con radici aeree. A seconda del supporto utilizzato,  il pothos può avere una forma rampicante o ricadente.  Questa pianta da interno apprezza i luoghi soleggiati. Tuttavia, l’esposizione alla luce solare diretta può bruciarne il fogliame. Il pothos  resiste bene alla mancanza d’acqua,  e questo per parecchie settimane.

  1. La crassula ovata: pianta succulenta resistente
crassula ovata1

La crassula ovata o albero di giada, è una pianta succulenta originaria del Sud Africa, e di facile manutenzione. Come tutte le piante grasse,  richiede solo un’annaffiatura moderata.  Tollera anche la siccità meglio di un’abbondante irrigazione e, per una buona ragione, i suoi tessuti carnosi immagazzinano acqua. La crassula ha bisogno  di un luogo semiombreggiato per crescere bene.  Ricorda anche di mescolare il terriccio con un po’ di sabbia e di aggiungere uno strato drenante. Si noti che l’albero di giada potrebbe, secondo il Feng Shui, attirare fortuna e denaro in casa.

  1. La schefflera: pianta di facile manutenzione
Scheffler

La schefflera è una pianta originaria dell’Asia, con fogliame decorativo e sempreverde. È apprezzato per il suo fogliame estetico, ma anche  per la sua capacità di adattarsi agli interni.  Questa pianta vigorosa non ha bisogno di molta acqua per fiorire.

  1. Echinocactus: pianta resistente
Echinocactus

Detto anche cuscino della suocera, l’echinocactus è una varietà di cactus. Questa pianta perenne ha bisogno di poca acqua per prosperare. L’irrigazione mensile è sufficiente.  Quindi non dovrai preoccuparti di annaffiare la tua pianta.

Leggi anche:5 piante che puliscono e rinfrescano la tua casa

  1. Kentia: pianta decorativa
Kentia

La Kentia è una pianta perenne caratterizzata dal suo fogliame decorativo, costituito da grandi palme verde scuro. Questa pianta disinquinante può fiorire anche in luoghi bui, in quanto  tollera bene la mancanza di luce.

Queste piante da interno sono ideali per decorare i tuoi interni, anche se non hai il pollice verde!

Leggi anche: 5 consigli per ravvivare una pianta morta