Le piante da appartamento sono molto utili per decorare la casa, e talvolta anche per purificare l’aria circostante. Anche se non hai il pollice verde, puoi ravvivare i tuoi interni con piante a fogliame decorativo, a patto che tu le scelga resistenti e di facile manutenzione. Dai un’occhiata a queste piante che sono facili da coltivare e non appassiscono facilmente.

Anche se non hai il pollice verde, non privarti delle virtù delle piante d’appartamento. Alcune varietà sono infatti di facile manutenzione e per di più resistenti.

Quali piante da interno sono resistenti e facili da curare?

Se vuoi aggiungere colore e verde ai tuoi interni, ecco le piante da coltivare in casa facili da mantenere.

Leggi anche: 27 piante repellenti per zanzare e mosche da avere in casa nel 2023

Epiphyllum ackermannii, pianta di facile manutenzione

epiphyllum

Gli Epiphyllum sono cactus appartenenti alla famiglia delle Cactaceae. Il genere Epiphyllum comprende 20 specie diverse, che crescono in foreste calde e umide. Inoltre, queste piante grasse sono tra le rare cactacee  ad apprezzare un ambiente umido.  Tra le varietà di Epiphyllum di facile manutenzione troviamo l’epiphyllum ackermannii. Questa perenne sempreverde è caratterizzata da fusti piatti ricadenti, con bordi tagliati a denti arrotondati, cioè merlati. Soprannominato anche cactus orchidea, l’epiphyllum ackermannii è una pianta resistente, e facile da coltivare. Poiché è una pianta succulenta,  il cactus orchidea non ha bisogno di essere annaffiato quotidianamente. L’irrigazione frequente potrebbe persino portare alla sua decomposizione. Evita anche di lasciare che l’acqua si accumuli sul lato degli steli. Questi potrebbero marcire. Dai alla tua pianta ombra parziale e tienila lontana da fonti di calore come il termosifone  Per quanto riguarda il substrato, potete utilizzare quello per cactus, oppure utilizzare una miscela di lettiera di foglie e sabbia. Quando compaiono i primi germogli, fertilizza la tua pianta d’appartamento ogni 15 giorni, con un fertilizzante per cactus, e questo fino alla fine del periodo di fioritura.

Epiphyllum anguliger, pianta decorativa di facile manutenzione

angolato

Chiamato anche cactus a zigzag, l’epiphyllum anguliger è un’altra varietà di facile manutenzione del genere Epiphyllum. Questa pianta prende il nome  dalle sue succulente foglie crenate. Infatti, il bordo delle foglie, tagliato in denti allungati, conferisce alla pianta un aspetto a zig zag. Il cactus a zigzag può essere coltivato all’interno o all’esterno. Come tutti i cactus,  ha bisogno solo di un po’ d’acqua.  Ricordatevi invece di annaffiarla regolarmente in estate, ma solo quando il terreno diventa asciutto in superficie. Fare attenzione a non lasciare acqua stagnante nel sottovaso o nel cachepot. Inoltre, mantieni la tua pianta in un punto luminoso,  ma lontano dalla luce solare diretta. Scegli un vaso di terracotta per il tuo cactus per sostenerne lo sviluppo forte e vigoroso, e utilizza un substrato drenante, composto da una miscela di terriccio, sabbia di fiume e compost. Concimate la vostra pianta dal mese di marzo, ogni 15 giorni,  con un concime per pomodori.

Chlorophytum, una pianta da interno resistente

Clorofito

Originario del Sudafrica, il chlorophytum o pianta ragno è una pianta perenne dal fogliame sempreverde, ideale per decorare gli interni.  Questa pianta ha la particolarità di essere molto robusta e poco esigente. Può infatti sopportare lunghi periodi di siccità.  Di facile manutenzione, la pianta ragno apprezza la luce, ma senza esposizione alla luce solare diretta. Apprezza anche l’umidità, quindi non esitare ad appannare il suo fogliame di tanto in tanto,  quando la temperatura supera i 20°C. Se le temperature sono basse, puoi lasciare la tua pianta senza annaffiare per molto tempo, finché il terreno non si asciuga completamente. D’altra parte, annaffia regolarmente in estate e in primavera. Durante il periodo di ripresa vegetativa si consiglia un apporto di concime per ottenere una bella fioritura.

Leggi anche: 20 piante da interno ideali per stanze poco illuminate

Aspidistra, una pianta decorativa resistente

Aspidistra

L’aspidistra è una pianta da interno verde con fogliame decorativo. Poco impegnativa e facile da coltivare, questa pianta perenne è perfetta per le persone che non hanno il pollice verde. Può benissimo supportare la dimenticanza dell’irrigazione, la mancanza di luce o cure. Invece, per prenderti cura della tua pianta, offrile un terreno per piante verdi, drenato e leggero. L’aspidistra gradisce un’esposizione luminosa, ma senza sole diretto. L’aspidistra richiede innaffiature poco frequenti. Basta innaffiare la tua pianta due volte a settimana in estate, ma in inverno ogni 2 settimane. Assicurarsi di utilizzare acqua non calcarea e di rimuovere l’acqua stagnante nel sottovaso. Una volta al mese, ricordati di aggiungere un fertilizzante solubile nell’acqua delle annaffiature, in modo da concimare la tua pianta.

Come avrai capito, queste piante da interno resistenti e di facile manutenzione  sono efficaci per ravvivare i tuoi interni, senza richiedere una manutenzione restrittiva.

Leggi anche: 14 piante da interno disinquinanti ideali per la cameretta del bambino