Press ESC to close

5 fertilizzanti naturali per concimare le piante

Vuoi vedere le tue piante da fiore da interno fiorire e adornarsi con i loro bellissimi e vivaci colori? Grazie ai fertilizzanti liquidi, prenderete due piccioni con una fava: non solo idraterete i vostri fiori, ma li fertilizzerete anche, per ottenere bellissime fioriture. L’idea ti tenta? Scopri in questo articolo i fertilizzanti che puoi aggiungere all’acqua con cui annaffi le tue piante per ottenere fiori rigogliosi.

Quando dovresti aggiungere il fertilizzante?

Vuoi ottenere fiori belli e rigogliosi? Non esiste una ricetta miracolosa. Prenditi cura delle tue piante durante la stagione di crescita. Durante questo periodo, che generalmente va da marzo a ottobre, è necessario concimare le piante da fiore. Puoi applicare un fertilizzante solubile una volta al mese se le tue piante crescono rapidamente e una volta ogni due mesi per le altre piante. Se hai appena acquistato una pianta da fiore, o l’hai appena rinvasata, attendi un mese prima di iniziare a concimarla.

Durante il periodo di riposo vegetativo è consigliabile non concimare le piante da appartamento. Questi entrano in un periodo di dormienza e quindi i loro bisogni diminuiscono.

Come probabilmente saprai, i fertilizzanti sono importanti per le piante. Forniscono loro nutrienti essenziali per una buona crescita, come azoto, fosforo e potassio.

Azoto: l’azoto è un fertilizzante per la crescita. Aiuta le piante a sviluppare il fogliame e la parte aerea. Se la tua pianta è carente di azoto, il fogliame perde colore e diventa giallastro.

Fosforo: questo elemento stimola lo sviluppo dell’apparato radicale delle piante e ne favorisce la fioritura. Una carenza di fosforo fa sì che il fogliame delle piante diventi scuro o rosso e la fioritura rallenta.

Potassio: questo nutriente migliora l’assimilazione dei nutrienti da parte delle piante e migliora la circolazione della linfa. Inoltre favorisce la resistenza delle piante alle malattie.

5 fertilizzanti naturali per concimare le piante

Per vestire i tuoi interni con bellissimi fiori, aggiungi questi fertilizzanti all’acqua con cui innaffi le tue piante. Otterrai un fertilizzante liquido che stimola la fioritura dei tuoi fiori.

Miele

Le piante apprezzano il miele. Ricco di calcio, ferro, fosforo, potassio, zinco e magnesio, è consigliato per il nutrimento delle piante. Ecco come usare il miele per le tue piante.

  1. Diluire uno o due cucchiai di miele in due litri d’acqua;
  2. Mescola bene e usa questa soluzione per annaffiare le tue piante;
  3. Applicare questo fertilizzante liquido una volta ogni due settimane.

Consiglio extra: sapevi che il miele ha altri benefici per le piante? Oltre a fungere da fertilizzante, il miele può essere utilizzato anche come ormone radicante. Forse ne avrai già sentito parlare, le talee sono frammenti vegetali prelevati da una pianta madre allo scopo di riprodurla. Dopo aver prelevato le talee, è necessario applicarvi un ormone tagliente.

Questo è usato per:

  • Accelerare il processo di guarigione delle talee;
  • Favorire il loro radicamento;
  • Prevenire lo sviluppo di malattie dovute al taglio effettuato;

Se sei un fan dei prodotti naturali, perché non usare il miele al posto degli ormoni radicali chimici? È anche più facile da usare! Immergi l’estremità tagliata del gambo nel miele, quindi inseriscila nel terriccio. Grazie alle sue proprietà antifungine e antisettiche, il miele protegge le talee dalle malattie e questo stimolerà lo sviluppo delle radici.

Frassino di legno

La cenere di legno è un fertilizzante naturale ricco di minerali . Fornisce alle piante vari nutrienti essenziali per la loro buona crescita, come magnesio, potassio e calcio. La cenere di legno aiuta anche a ridurre l’acidità del terreno. Va poi utilizzato con parsimonia, per evitare squilibri nel terreno. Il terreno sbilanciato può interrompere l’assorbimento di piante, minerali e oligoelementi. Da notare che le piante acidofile, che apprezzano i terreni acidi, non amano le aggiunte di cenere. Ecco come utilizzare la cenere nella fertilizzazione delle piante. Per utilizzarlo setacciare la cenere raccolta, dopo che si è raffreddata:

  1. Raccogliamo un chilo di cenere che setacciamo dopo che la cenere si sarà raffreddata;
  2. La cenere viene mescolata con 10 litri di acqua non calcarea, come quella piovana;
  3. Questo concime liquido si utilizza per annaffiare direttamente alla base delle piante a fioritura primaverile.

Aspirina

L’aspirina è composta da acido salicilico, che è benefico per le tue piante.

Quando le tue piante vengono attaccate dagli insetti o mancano di acqua, producono acido salicilico a causa dello stress a cui sono sottoposte. Questa piccola quantità che producono permette loro di proteggersi dalla disidratazione e di superare le malattie. L’acido salicilico rafforza il sistema immunitario delle piante. Usare l’aspirina farà il massimo bene alle tue piante da fiore! Anche il suo utilizzo è più semplice e a portata di mano. Ecco come farlo:

  1. Una compressa di aspirina viene diluita per litro d’acqua;
  2. La soluzione ottenuta viene utilizzata per annaffiare le piante d’appartamento una volta ogni due mesi.

Pratico, vero? Questa soluzione accelererà la crescita delle tue piante e le proteggerà dalle malattie. Qualcosa per prendere due piccioni con una fava!

Puoi anche usare l’aspirina per proteggere le tue piante dagli attacchi dei parassiti . Ecco come lo facciamo:

  1. Mezza compressa di aspirina viene diluita in un litro d’acqua;
  2. Questa soluzione viene utilizzata per annaffiare le piante;
  3. Questa soluzione può essere utilizzata una volta alla settimana. Questo è tutto !

Fondi di caffè

Fertilizza una pianta in vaso con i fondi di caffè

I fondi di caffè sono il fertilizzante preferito per le piante che amano gli acidi. Abbassa il pH del terreno, per la gioia di rose e rododendri. I fondi di caffè arricchiscono il terreno di azoto e materia organica. Questo è ciò che favorisce il drenaggio e l’aerazione del terreno. Puoi cospargerlo direttamente sul terreno delle tue piante oppure usarlo come fertilizzante liquido.

  1. Immergere 6 tazze di fondi di caffè usati;
  2. Lascia riposare per una settimana;
  3. Usa questa soluzione per innaffiare i fiori che amano gli acidi.

Gusci d’uovo

Non tutti i rifiuti della cucina dovrebbero finire nella spazzatura! Alcuni rifiuti sono benefici per le tue piante, come i gusci d’uovo. Sono ricchi di calcio e contengono piccole quantità di oligoelementi, benefici per la buona salute delle vostre piante. Sarebbe un peccato buttarli via, no?

Ecco un metodo per preparare un infuso fertilizzante a base di gusci d’uovo:

  1. Fate bollire un litro d’acqua in una pentola capiente;
  2. Aggiungi da 10 a 20 gusci d’uovo puliti nella padella;
  3. Togliere il pentolino dal fuoco e lasciare riposare l’infuso per una notte;
  4. La soluzione viene quindi filtrata e le piante vengono annaffiate. Questo fertilizzante naturale può essere utilizzato una volta alla settimana.

Oltre a questi concimi naturali, potete utilizzare altri fertilizzanti per le vostre piante, come l’acqua di cottura delle verdure o della pasta, un infuso di alghe o bucce di banana. Le idee non mancano!

Grazie a questi fertilizzanti, concimare le piante diventerà per te un gioco da ragazzi, anche se non hai il pollice verde! Detto questo, ricorda che anche se le tue piante apprezzano il fertilizzante, un eccesso può danneggiarle. Scopri prima le esigenze di ogni pianta, per ottenere bellissime fioriture e far durare a lungo le tue piante!