Dopo il metodo tradizionale di coltivazione dei pomodori attraverso le piantine e il trapianto in terreno aperto, è importante dare loro un buon inizio di crescita con l’aiuto della concimazione.

Per nutrire i pomodori, puoi usare soda, cenere e lievito. Si tratta di componenti naturali ed ecologici che sostituiranno i fertilizzanti industriali. I pomodori coltivati ​​utilizzando questo fertilizzante diventano più grandi e più sani.

Il processo di concimazione dovrebbe iniziare all’inizio di giugno e continuare fino a metà luglio:

1.Concimazione con soda: una volta ogni 2 settimane, partendo dalla piantagione di pomodori in serra o in terreno aperto, puoi nutrire le piante sciogliendo 10 cucchiaini di bicarbonato di sodio in un secchio d’acqua da 10 litri. Ciò consentirà ai pomodori di crescere più velocemente, fiorire e produrre frutti in modo più abbondante, oltre a prevenire l’ingiallimento delle foglie e la proliferazione di parassiti. La soluzione può essere utilizzata come fertilizzante per le radici e per trattare le foglie la sera. L’aggiunta di 1 cucchiaio di sapone liquido potenzierà l’effetto.

2. Irrigazione con la cenere: versare un bicchiere di cenere in un secchio da 10 litri, riempirlo con acqua, mescolare bene e versare questa soluzione sul terreno attorno ai pomodori in giardino. Si consiglia di effettuare tale irrigazione una volta alla settimana.

3. Alimentazione con lievito secco: diluire il contenuto di una bustina di lievito secco in un secchio d’acqua da 11 grammi e lasciare al sole per 3 ore. Innaffiate poi i pomodori alla radice con questa soluzione, utilizzandola una volta alla settimana.

Prima di ogni concimazione di pomodori, si consiglia di annaffiare le piante con acqua semplice. Questo approccio ti consentirà di ottenere pomodori grandi e dolci.