Se hai anche un acquario con pesci, smetti di buttare via l’acqua quando lo pulisci. Il liquido è un ottimo trattamento per le piante in vaso. Le sostanze nutritive presenti nell’acqua dell’acquario sono estremamente benefiche per le piante e specifici avanzi di cibo ed escrementi di pesce costituiscono per loro un fertilizzante organico.

Quali nutrienti troviamo nell’acqua dell’acquario?

La prima cosa importante da menzionare è relativa alla variante che non funziona, ovvero l’acquario marino.

Se l’acqua che vuoi cambiare non è salata non buttarla, soprattutto se hai molte piante in vaso. Ecco i suoi principali vantaggi:

  • è fertilizzante organico
  • non sprecare acqua
  • può essere utilizzato anche in acquari con piante acquatiche
  • ti fa risparmiare la spesa dei fertilizzanti commerciali

I principali nutrienti presenti nell’acqua dell’acquario sono:

  • azoto
  • fosforo
  • potassio
  • ammoniaca
  • altri microrganismi che contengono sostanze nutritive

Tutti questi nutrienti nell’acqua dell’acquario vengono sintetizzati per generare fogliame più forte e più sano che a sua volta stimola la fotosintesi.

La forza dei nutrienti dipende dall’età dell’acqua. Se cambiate più spesso l’acqua dell’acquario, ad esempio ogni 5-7 settimane, non conterrà molte sostanze nutritive. D’altra parte, se cambi l’acqua raramente, solo una volta all’anno, conterrà abbastanza nutrienti e le piante annaffiate con essa non avranno bisogno di altri fertilizzanti per un po’.

Naturalmente è importante notare che per le piante non è consigliabile cambiare l’acqua dell’acquario solo una volta all’anno senza l’aiuto di un filtro per acquario professionale e pulirlo almeno una volta al mese.

Quali piante possiamo annaffiare con l’acqua dell’acquario?

È bene sapere anche che tipo di acqua avete utilizzato nell’acquario, perché l’acqua dura contenente calcio e sale può danneggiare le piante, facendo scolorire le foglie.

L’acqua dell’acquario può essere utilizzata per innaffiare tutti i fiori , soprattutto quelli che necessitano di molte sostanze nutritive per prosperare. Inoltre, con quest’acqua puoi annaffiare anche i pomodori che spesso vengono coltivati ​​in sistemi acquaponici (solo se non sono stati utilizzati prodotti chimici per il filtro dell’acqua dell’acquario).

Il momento migliore per annaffiare le piante con l’acqua dell’acquario è prima che fioriscano, perché in questo caso hanno bisogno di più potassio per questo processo. Inoltre, l’acqua dell’acquario è molto utile per i cactus che prosperano in terreni ricchi di sostanze nutritive.