Sebbene siano disponibili opzioni per aumentare l’ossigeno attraverso mezzi come i purificatori dell’aria, esistono numerose alternative naturali per aumentare la qualità dell’aria che sono benefiche sia per il corpo che per la mente.

L’Institute of Pulmonary Health ritiene che la casa dovrebbe promuovere un ambiente di buona salute e benessere, creando così un elenco delle 5 migliori piante per aumentare la qualità dell’ossigeno indoor.

5. Palma Areca

Come tutte le piante, la palma Areca è biologicamente progettata per assorbire l’anidride carbonica e rilasciarla sotto forma di ossigeno. Tuttavia, la palma Areca ha la capacità di rimuovere sostanze chimiche pericolose per l’uomo come formaldeide, xilone e toluene.
Raccomandazione e cura:

La Palma Areca necessita di luce filtrata e di essere annaffiata spesso. Per una persona dovrebbero bastare quattro piante alte.

Posizione migliore: soggiorno

4. Pianta del serpente detta anche “lingua della suocera”

Considerata altamente efficiente nella produzione di ossigeno, la pianta serpente altrimenti nota come lingua della suocera, è unica per la sua produzione di ossigeno durante la notte e per la capacità di purificare l’aria rimuovendo benzene, formaldeide, tricloroetilene, xilene e toluene.

Raccomandazione e cura:

La pianta del serpente cresce bene con la luce naturale e deve essere annaffiata settimanalmente. Per una persona, si consiglia di posizionare le piante fino all’altezza della vita, in numero da 6 a 8. In una stanza aspirata, queste piante sono in grado di produrre abbastanza ossigeno per respirare normalmente.

Posizione migliore: camera da letto

3. La pianta del denaro

Consigliata dalla NASA, questa pianta è famosa per la sua capacità di rimuovere dall’aria sostanze chimiche e altri inquinanti, in particolare benzene, formaldeide, xilene e toluene. Tuttavia, nonostante il vantaggio dell’elevato tasso di purificazione, questa pianta è tossica per gatti, cani e bambini piccoli se le sue foglie vengono ingerite.
Consigli e cure:
Predilige la luce indiretta e necessita di essere annaffiata circa ogni settimana. Per una persona si consigliano tre piante da 45 cm.

Miglior posizionamento: qualsiasi stanza, ma tenere fuori dalla portata di animali domestici o bambini piccoli.

2. Gerbera

Probabilmente la voce più bella della lista, la Gerbera è spesso usata come elemento decorativo nel giardinaggio. Tuttavia, la Gerbera si distingue anche per la sua capacità di produrre grandi quantità di ossigeno durante la notte, rimuovendo sostanze chimiche dannose come benzene e tricloroetilene. Utile per chi soffre di apnea notturna e disturbi respiratori, tienilo sul comodino per dormire meglio.

Raccomandazione e cura:

Le gerbere preferiscono la luce solare in estate, primavera e autunno e la luce indiretta in inverno. Va annaffiata regolarmente, mantenendo il terreno umido. A causa della natura decorativa del fiore, la quantità di vasi da fiori consigliata dipende dalla discrezione del coltivatore.

Posizione migliore: camera da letto

1. Piante perenni cinesi

La perenne cinese è una delle piante d’appartamento più comuni, e per una buona ragione. Questa pianta emette un alto contenuto di ossigeno e purifica gli spazi interni da sostanze chimiche dannose come benzene, formaldeide e altre tossine. Come suggerisce il nome, è molto popolare in Cina, soprattutto per la sua elevata efficienza nel rimuovere gli inquinanti nocivi dall’aria.
Raccomandazione e cura: Ama l’ombra completa e necessita di essere annaffiata solo occasionalmente, prestando particolare attenzione a mantenere il terreno umido. Il numero di piante conservate è a discrezione del proprietario.

Posizione migliore: soggiorno