Quando torniamo dalle vacanze, spesso non vediamo l’ora di tornare a casa nostra, dolce casa. Una forma di conforto e sollievo per tornare ai propri orientamenti e alle vecchie abitudini. Solo che qui, una volta entrati i piedi, ci aspetta una brutta sorpresa! Tutte le stanze, dalla cucina al bagno, emanano uno sgradevole odore di muffa. Non c’è da stupirsi: quando sei via per diversi giorni e la casa non è stata affatto arieggiata, il parto provoca questo tipo di odore sgradevole.

Ma non solo. Le cause possono essere molteplici: i sanitari sono magari ostruiti da residui di cibo, saponi o altri residui di detersivo che si accumulano nei sifoni degli scarichi e provocano la formazione di funghi e batteri. Può provenire anche da tubazioni, fognature o muffe incrostate su muri e ceramiche. Certo, è necessario aprire subito per aerare gli ambienti e purificare l’atmosfera. Ma non è abbastanza. Devi anche optare per soluzioni efficaci che ti aiutino a porre rimedio a questa spiacevole situazione. Certamente in commercio esistono diversi prodotti per disinfettare e pulire le tubazioni. Ma se preferisci un’opzione più naturale, qui ne offriamo una molto semplice:

Con questo trucco, nessun cattivo odore rovinerà il tuo ritorno a casa. Scoprilo velocemente!

Leggi anche: Il trucco facile per togliere tutti i graffi dall’auto: tornerà come nuova!

Perché versare olio nel lavandino?

lavandino della cucina

Chi potrebbe danneggiare il lavandino e il  water  versandoci un prodotto così grasso? Idraulici esperti spiegano così la situazione: quando esci di casa per molto tempo, ovviamente, nessuno usa il lavello della cucina o il water. Di conseguenza, il tappo dell’acqua si asciuga nella curva del sifone, lasciando fuoriuscire l’odore di fogna. Ecco da dove vengono tutti quei cattivi fumi.

Water

Allo stesso tempo, se non si desidera utilizzare l’olio di girasole fresco, ad esempio, è possibile versare l’olio usato o anche l’olio per auto, sia nel lavello della cucina che nel water. Vi consigliamo però di applicare l’olio di semi di girasole, perché probabilmente ne avete già un po’ nella dispensa della cucina , e rimane un prodotto piuttosto economico.
Inoltre, per affrontare tutti gli impianti idraulici in casa, ti servirà solo mezza bottiglia. Giudicate voi stessi: per il lavello della cucina o per il lavabo basteranno solo 50 ml di olio. In bagno, gli esperti consigliano di versare in media 100 ml, poiché il sifone è più largo.

In che modo l’olio può rimuovere gli odori dal lavandino?

lavandino dell'olio

Olio per rimuovere gli odori dal lavello – Questa quantità di olio è quindi sufficiente a formare uno strato di grasso o un intasamento sulla superficie della guarnizione. Ciò impedirà l’evaporazione dell’acqua nel meccanismo mentre sei assente. L’odore sgradevole del lavandino appare proprio perché l’acqua al suo interno evapora.

Leggi anche: Come eliminare gli odori di vernice in casa?

Ovviamente non c’è bisogno di versare olio nel lavandino   ogni giorno. Se usi costantemente i tubi, il tappo dell’olio non regge. Applica questo trucco quando stai per andare in vacanza per un mese o più. E al tuo ritorno non noterai un odore sgradevole nel lavandino, perché l’acqua sarà allo stesso livello.

Prima di applicare questo metodo, ricorda che versare olio nel lavandino è piuttosto un metodo preventivo per risolvere il problema. Se senti costantemente un cattivo odore proveniente dal tuo lavandino, significa che qualcosa è bloccato all’interno. In questo caso, è meglio smontarlo completamente e pulirlo accuratamente. E se il problema persiste, è meglio consultare uno specialista.

Leggi anche: Come eliminare l’odore di urina di gatto con il bicarbonato?