Press ESC to close

Come eliminare tutti i cattivi odori dalla lavatrice?

Potresti pensare che eseguendo cicli di lavaggio la tua lavatrice debba avere un odore di pulito. Pensa di nuovo ! A volte capita che quest’ultimo emani forti odori sgradevoli. Alcuni li paragonano addirittura all’odore delle acque reflue. Scopri come eliminare i cattivi odori ostinati che emanano dalla tua lavatrice.

Sia che utilizzi un detersivo profumato al gelsomino, alla menta, al limone o alla lavanda, la tua lavatrice potrebbe emanare cattivi odori. Questi odori sgradevoli possono diffondersi in tutta la stanza, sia che la lavatrice sia posizionata nella lavanderia o in bagno

Come eliminare i cattivi odori dalla lavatrice?

 

Cattivo odore nella lavatrice

Il cattivo odore che a volte si avverte quando si apre la lavatrice è dovuto all’accumulo di residui di detersivo e ammorbidente nell’elettrodomestico e alla formazione di calcare nelle tubazioni. Esistono alcuni consigli della nonna semplici, rapidi ed efficaci per eliminare questi odori ostinati. 

  • Pulisci il cestello della lavatrice

Il cestello della lavatrice può trasformarsi in un vero e proprio nido di muffe. L’accumulo di detersivo e calcare favorisce la proliferazione di batteri, che causano la comparsa di cattivi odori. Per evitare ciò, si consiglia di pulirlo almeno una volta al mese.

Per fare questo, prepara una soluzione di acqua e aceto bianco. Riempi una bottiglia spray con la soluzione e spruzzala nel cestello della lavatrice. Successivamente immergere un panno in microfibra in questa soluzione prima di passarlo nel cestello.

L’aceto bianco elimina le tracce di calcare e neutralizza i cattivi odori della lavatrice. Questa operazione va ripetuta almeno una volta al mese per disinfettare la lavatrice e assorbire gli odori persistenti.

  • Pulisci la guarnizione della lavatrice

Guarnizione lavatrice - fonte: spm

La guarnizione della lavatrice può anche essere la causa dei cattivi odori che emana. La formazione di muffe e l’accumulo di residui di detersivo nel tempo, uniti all’umidità, favoriscono la comparsa di cattivi odori.

Per pulirlo, dovrai mescolare in un contenitore qualche cucchiaio di bicarbonato di sodio con un po’ d’acqua fino a formare una pasta. Stendetelo all’interno della guarnizione della lavatrice. Prendi un vecchio spazzolino da denti e usalo per strofinare l’articolazione. Sciacquate il tutto, quindi asciugate con una spugna imbevuta di aceto bianco o succo di limone. Pulisci con un altro panno umido quindi asciuga con un panno in microfibra.

Puoi aggiungere qualche goccia di olio essenziale di eucalipto, timo o vaniglia per mascherare l’odore dell’aceto se ti dà fastidio.

Sebbene gli ingredienti utilizzati siano naturali ed ecologici, è necessario prestare attenzione a proteggere le mani durante la manipolazione. Se la tua pelle è sensibile, ricordati di indossare i guanti prima di iniziare a pulire l’articolazione.

Inoltre, è importante pulire e asciugare la guarnizione della lavatrice dopo ogni lavaggio per eliminare i residui di sapone e l’acqua stagnante. Questo eviterà la formazione di muffe e la comparsa di cattivi odori.

  • Anche il filtro della lavatrice può essere fonte di cattivi odori

Potresti averlo notato quando hai rimosso il filtro dalla lavatrice. Quest’ultimo tende a sporcarsi velocemente e a produrre cattivi odori. Per eliminarli ricordatevi di pulire il filtro. Per fare ciò, dovrai prima scollegare la macchina, rimuovere il filtro e lasciare scaricare l’acqua in una bacinella. Assicurati di svuotare tutta l’acqua dalla macchina.

Per quanto riguarda il filtro, è necessario pulirlo lasciandolo a bagno per qualche ora in una miscela di acqua e aceto bianco in modo che sia come nuovo. Questa miscela è molto efficace e meno abrasiva della candeggina. È necessario ripetere l’operazione almeno ogni tre mesi per garantire un mantenimento ottimale del filtro ed eliminare gli odori sgradevoli in tutta la casa.

Pulendo regolarmente i vari componenti della tua lavatrice, ne allunghi la durata ed elimini gli odori nauseabondi e persistenti.