Press ESC to close

Come far crescere i gerani da uno stelo?

Quale pianta rustica vedete più spesso decorare i balconi delle case durante il periodo caldo? Senza dubbio il geranio! Protagonista della stagione estiva, si distingue con orgoglio per i suoi fiori sublimi, abbondanti e colorati, che sbocciano in primavera e durano fino alla fine dell’estate. Impossibile passare inosservati, i gerani donano un meraviglioso carattere rigoglioso al nostro ambiente. Molto popolare e ambito da tutti, il geranio è la pianta ideale per colorare terrazzi e fioriere. Spaziando dal rosso al blu, passando per il rosa e il malva, la sua palette cromatica porta in casa un vero tocco di freschezza e allegria.

Con le sue foglie leggermente arrotondate e il suo carattere unico, questa pianta è molto facile da coltivare. Il geranio ama il sole, preferisce il terreno ricco o un terriccio ben drenato e ha bisogno di un po’ d’acqua. Ma sapevate che è possibile moltiplicarlo all’infinito tramite semplici talee? Potrai riprodurre tutte le tue specie preferite da talee di fusto di piante già esistenti. Come bonus, non è necessario avere il pollice verde per completare con successo questa operazione. Scopri velocemente come farlo seguendo queste tecniche facili e veloci.

Gerani sul balcone – provenienza: spm

Come coltivare nuovi gerani?

Per questo taglio vi serviranno alcuni strumenti: forbici da potatura molto affilate e soprattutto perfettamente disinfettate, vasi di torba, un fertilizzante appositamente dedicato ai gerani (o una miscela fatta in casa di sabbia, torba e terriccio).

Ecco i passaggi da seguire  per propagare i gerani in casa  :

1. Fai un taglio

  • La prima cosa da fare è scegliere un ramo della pianta madre e tagliarlo: si chiama talea, cioè un fusto da cui può nascere una nuova pianta.
  • Ovviamente non dovresti scegliere a caso! Optare sempre per un fusto sano, giovane e sano. Il suo colore dovrebbe essere ancora verdastro. La sua dimensione dovrebbe essere di circa 10-15 cm di lunghezza e dovrebbe avere almeno 5 foglie.
  • Usa le cesoie da potatura e taglia il fusto sopra un nodo (è qui che si sviluppa un nuovo ramo o foglia). Preferire anche i rami non ancora fioriti e che tendono a radicare più facilmente.
  • Dopo aver tagliato il ramo, eliminate le foglie inferiori (mantenete quelle superiori) e i boccioli annidati sul fusto.
  • Metti il ​​taglio in un bicchiere d’acqua per un po’.

2. Preparare i vasetti

Scegli dei vasi di terracotta di medie dimensioni e riempili con una miscela composta in parti uguali di torba, terriccio e sabbia: sono questi gli elementi essenziali per rendere il terreno ben drenante e ben compatto.

Fai un buco al centro del vaso per inserire il taglio. Se volete avere gerani molto abbondanti, basta piantare più talee nello stesso vaso: se è abbastanza grande piantate massimo 3 talee. Si sconsiglia però di piantarne troppi nello stesso vaso, perché man mano che crescono i gerani potrebbero soffocarsi a vicenda.

Attenzione: se avete dubbi o problemi culturali è meglio chiedere aiuto ad un professionista.

3. Prenditene cura

Innaffia bene il terreno e assicurati che non si asciughi mai completamente . Posiziona quindi i tuoi gerani in un luogo molto luminoso, ma non esposto alla luce solare diretta. Assicurati di mantenere sempre il terreno umido, senza nemmeno annaffiare eccessivamente.

Dopo circa 2 settimane, le talee dovrebbero già aver sviluppato le prime radici. Vedrete quindi apparire gradualmente nuove piante di geranio.

4. Rinvasare la pianta

Se hai piantato solo un taglio per vaso, puoi conservarlo finché non cresce abbastanza da poter essere trasportato. Tuttavia, una volta piantate più talee nello stesso vaso, potrebbe diventare rapidamente necessario un rinvaso. Scegliete poi un vaso più grande, preferibilmente di terracotta e con fori di drenaggio.

Per quanto riguarda il terreno, optate per terriccio universale o terriccio specifico per gerani, ponendo sul fondo uno strato di argilla espansa o ghiaia.

A questo punto la tua nuova pianta di geranio è pronta: prenditi particolare cura per beneficiare di un’abbondante fioritura.

Giardinaggio – fonte: spm

Qual è il momento migliore per propagare i gerani?

Non tutti i periodi dell’anno sono necessariamente adatti per provare a propagare i gerani. Il periodo migliore è l’inizio della primavera, quando il graduale aumento delle temperature coincide con lo sviluppo delle radici e la crescita delle talee.

Questa pianta infatti può moltiplicarsi anche durante i mesi caldi, soprattutto in estate, anche se è consigliabile evitare il periodo in cui le temperature si aggirano intorno ai 30°C. D’altro canto è meglio non perdere tempo cercando di coltivare i gerani durante la stagione fredda. In inverno, a causa delle basse temperature, i tentativi di propagazione non vanno quasi mai a buon fine.