Press ESC to close

Come far rifiorire un’orchidea? I nostri 8 consigli

Con i suoi fiori scintillanti, l’orchidea è sicuramente una pianta popolare che adorna felicemente le nostre terrazze e balconi. Fresco ed elegante, dona un vero carattere lussureggiante e tropicale ai tuoi interni. Gli sei così affezionato che tremi al pensiero che i suoi petali svaniscano. Certamente la sua fioritura non avviene in modo naturale, devono essere rispettate tutte le condizioni affinché sia ​​abbondante. Come aiutare le tue orchidee a fiorire meglio e a proteggere i loro bei fiori? Ecco 8 consigli da seguire alla lettera.

Come far rifiorire un’orchidea?

Un'orchidea

Se c’è una pianta da interno perfetta per portare freschezza ed eleganza in casa, è senza dubbio l’orchidea. Spesso ruba i riflettori ad altre piante d’appartamento. E non a caso, se attira così tanta attenzione, è perché i suoi fiori luminosi possono apparire fino a tre volte l’anno in vari colori, oscillando tra il bianco, il rosa pallido, il giallo, il ciclamino e il viola. Ancora più sorprendente, alcuni petali sono addirittura maculati o fondono diverse sfumature di colore. Quindi, se ne hai uno a casa, sei molto fortunato. Ma, per sfruttarlo al meglio, bisogna necessariamente individuarne le esigenze affinché possa fiorire nelle condizioni più ottimali. Bastano pochi errori di manutenzione perché le tue orchidee perdano la loro lucentezza e appassiscano prima del tempo.

Innanzitutto devi conoscere l’origine della tua pianta e il clima da cui proviene per capire meglio il tipo di cure di cui necessita in termini di luce, umidità e temperatura. Affinché le vostre orchidee possano fiorire in modo sostenibile è necessario tenere conto di molteplici fattori.

  1. Controlla la salute della tua orchidea

Innaffia l'orchidea

Hai notato, con rammarico, che le foglie cominciano ad accartocciarsi? Questo è un segno che la tua orchidea sta soffrendo e ha bisogno di più attenzioni per rimettersi in piedi. Forse ultimamente sei stato troppo occupato e l’hai un po’ trascurato… Ti ricordiamo che le cause più comuni delle foglie raggrinzite derivano da una mancanza o, al contrario, da un eccesso d’acqua, da un malore improvviso o anche dalla bassa umidità. Una buona diagnosi della sua crescita dovrebbe aiutarti a identificare la fonte del suo disagio per porvi rimedio.

  1. Esponi la tua orchidea alla luce solare

L’illuminazione gioca un ruolo essenziale nella crescita della tua orchidea. Forse le manca qualcuno? O al contrario, è probabile che sia troppo esposta al sole e che ne soffra. Anche in questo caso bisogna assolutamente conoscere le sue esigenze di luce per non commettere errori. A seconda della sua specie, dategli la giusta dose di limpidezza affinché possa fiorire. Altrimenti  finirà inevitabilmente per ammalarsi se non beneficia di sufficiente luce o se, al contrario, resta troppo esposto per ore.

  1. Concima la tua orchidea con un fertilizzante naturale

Sogni una fioritura abbondante? Quindi non c’è nessun segreto, bisogna tenere conto anche del suo apporto nutrizionale. È necessario fornirgli il giusto fertilizzante che possa soddisfare tutte le sue esigenze. Tieni presente però che la quantità varia a seconda del periodo dell’anno. In questo senso, ti consigliamo vivamente di mantenere il regime di fertilizzazione fino alla fine della fioritura della tua orchidea.

  1. Mantieni l’orchidea umida e ben idratata

Basta la mancanza di umidità perché la tua orchidea sembri grigia! Sì, questo gioca un ruolo importante. Quindi, assicurati che riceva una buona umidità ambientale affinché fiorisca in buone condizioni. Il piccolo consiglio: utilizza un concime fogliare idratante per nutrire meglio le foglie e stimolare così la fioritura.

  1. Assicurati che la tua orchidea fiorisca

Ahi, la tua orchidea non fiorisce da un po’? Ma è normale, guarda come soffoca in questo vasino stretto! La tua pianta ha bisogno di più spazio per crescere e prosperare. Quindi prova a spostarlo in un vaso più grande per sentire la differenza. Spesso trapiantare l’orchidea in un nuovo vaso con terra fresca è una soluzione inarrestabile.

  1. Stimola la fioritura della tua orchidea con un trattamento termico

Sapevi che alcuni tipi di orchidee necessitano di un trattamento termico per stimolare la fioritura? Questo potrebbe essere il tuo caso. In questo caso l’ideale sarebbe inserirli in un sacchetto di plastica contenente una banana matura e chiuderlo ermeticamente. Lasciateli così per qualche giorno per creare un’atmosfera calda e umida che favorirà moltissimo la fioritura.

  1. Stimola le radici della tua orchidea

Oh sì, alcuni giardinieri esperti consigliano anche di raschiare delicatamente  le radici delle orchidee  con un coltello affilato per favorire anche la crescita e la fioritura. Dovresti seguire questo saggio consiglio!

  1. Taglia le punte delle foglie della tua orchidea per rilasciare la pressione

Infine, se noti che le foglie crescono in massa e sembrano addirittura soffocare la pianta, non esitare a tagliare delicatamente la punta della foglia per allentare la pressione in modo che l’orchidea possa fiorire correttamente.

Perché la mia orchidea produce foglie ma non fiori?

Ti senti triste perché le tue orchidee sicuramente non fioriscono come volevi? Diverse ragioni possono spiegare questo. È necessario rilevare cosa sta bloccando. Diamo un’occhiata ai possibili colpevoli:

  • Una mancanza di luce

Questo è sicuramente l’errore più comune: quando questa pianta non fiorisce come dovrebbe, probabilmente è perché manca la luce. In realtà tutto dipende dalla tua specie. Le orchidee “Phalaenopsis” prosperano generalmente con la luce filtrata dalle finestre, ma molte altre varietà (dendrobium, oncidium, cymbidium, ecc.) hanno bisogno di molta più luce per fiorire.

  • Le radici non sono in buone condizioni

Fiori di orchidea

Hai dato un’occhiata alle radici? Le orchidee, infatti, lavorano in equilibrio tra radici, foglie e fiori. Basta un anello debole per bloccare il processo di crescita! Quindi, quando le radici sono perfettamente sane, compaiono bellissimi fiori. Attenzione alle apparenze, che spesso ingannano: non è raro vedere orchidee con foglie e fiori di illusoria bellezza, perché al momento del rinvaso scopriamo un apparato radicale in uno stato pietoso. E se le radici marciscono alla fonte, la pianta finisce per morire velocemente, soprattutto se non viene rinvasata in tempo.

  • Nuova crescita

Le varietà di orchidee più apprezzate sono le monopodali, la Phalaenopsis e la Vanda. Crescono da un unico stelo centrale con foglie su entrambi i lati. Ogni foglio dovrebbe essere grande almeno quanto il foglio precedente. Normalmente dovrebbero esserci almeno una o due nuove foglie all’anno. Dovresti cercare il successivo picco di fioritura sulle orchidee monopodiali dalla base, sul lato inferiore di una foglia.

  • Una stagione inadeguata

Le orchidee fioriscono naturalmente al proprio ritmo Se li costringi a  fiorire al di fuori del loro ciclo di fioritura naturale nella serra, non cresceranno correttamente. Scoprirai che la maggior parte delle nuove foglie e radici si rivelano durante l’estate, le spighe crescono in autunno e i fiori si rivelano dall’inverno alla primavera.

  • Stimoli naturali

Inoltre, le orchidee hanno stimoli naturali che dicono loro che la stagione di crescita è finita ed è ora di fiorire Ma ricorda che il ritardo nella fioritura può essere anche il risultato di sbalzi di temperatura o di mancanza di luce. Tieni presente che le  due caratteristiche principali della stagione naturale sono il calo della temperatura in autunno e le giornate grigie che causano una minore luminosità. Tieni presente che alcune orchidee sono più sensibili al calo di temperatura e altre alla luce.

Come faccio a sapere quando la mia orchidea fiorirà di nuovo?

Ora che sei più illuminato sui fattori che possono influenzare la crescita della tua orchidea, sappi che la tua specie fiorirà abbondantemente solo se prospera in condizioni ideali. La sua fioritura avviene solitamente tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera e di nuovo in autunno, proprio come ad  esempio le begonie. Ma come fai a sapere se le tue orchidee continueranno a fiorire oppure no? Il modo migliore sarebbe monitorare regolarmente gli steli fiorali della tua pianta. Se hanno ancora i boccioli dei fiori (ricoperti di brattee), allora sei molto fortunato, questa è la prova evidente che  la tua pianta continuerà a fiorire .