Press ESC to close

Come mantenere e pulire i giunti sanitari?

La manutenzione di un bagno va oltre la pulizia delle superfici principali come la vasca, il lavandino e il WC. Coinvolge anche la pulizia delle fughe del bagno che sono luoghi favorevoli alla formazione di muffe e sporco. Tuttavia, ora sappiamo che la muffa in una casa può causare notevoli problemi di salute, difficoltà respiratorie o addirittura asma. Scopri in questo articolo come mantenere pulite e igieniche le fughe del tuo bagno.

Cos’è un sigillo sanitario?

Le guarnizioni per il bagno o le guarnizioni sanitarie sono generalmente realizzate in silicone. Sono utilizzati per sigillare lo spazio tra diversi elementi. Aiutano a impedire che l’acqua penetri nelle pareti e nel pavimento ed evitano di causare danni significativi al bagno.

Tuttavia, l’umidità frequente e i residui di sapone possono portare alla formazione di muffe sulle giunture di un bagno di servizio . In Francia, il Ministero della Salute e della Prevenzione si basa in particolare su una guida del CSTB (Centro Scientifico e Tecnico di Costruzione) e raccomanda di pulire o addirittura riparare i giunti sanitari, se necessario, per garantire una buona qualità dell’aria ambiente. È quindi essenziale adottare misure per mantenerli puliti e mantenere una buona igiene nella propria casa.

Rimuovere regolarmente lo sporco e possibili muffe

Il primo metodo efficace e preventivo  per mantenere pulite le fughe del bagno è pulirlo regolarmente   , utilizzando un detergente delicato o una soluzione di acqua tiepida e aceto bianco per rimuovere lo sporco e i residui di sapone.

Con uno spazzolino usato, puoi spazzolare delicatamente le articolazioni per raggiungere le zone difficili da raggiungere. Durante questa manutenzione, evitare l’uso di prodotti per la pulizia abrasivi o spugne troppo ruvide, poiché possono danneggiare le giunzioni e renderle più propense a trattenere lo sporco e favorire la proliferazione di muffe.

Pulitori

Pulisci le guarnizioni con prodotti naturali

Se opti per metodi di pulizia naturali, privilegia l’ uso dell’aceto bianco . Puoi anche mescolare il  bicarbonato di sodio con l’acqua, ma il bicarbonato di sodio è un agente leggermente abrasivo che può graffiare alcune superfici.

Avere una stanza ventilata per evitare un’umidità eccessiva

La ventilazione è essenziale per evitare che l’umidità si accumuli nel bagno . È necessario assicurarsi che il bagno sia ben ventilato per mantenere i normali livelli di umidità. È possibile utilizzare un aspiratore o aprire le finestre dopo la doccia per consentire all’aria di circolare e all’umidità di evaporare.

Ripara rapidamente crepe o danni

Se ci sono crepe o danni alle articolazioni, cerca di ripararle in tempo. Le guarnizioni danneggiate hanno maggiori probabilità di intrappolare sporco e umidità, portando alla crescita di muffe. Puoi rimuovere le guarnizioni danneggiate e sostituirle con altre nuove per garantire la tenuta stagna del tuo bagno. Se necessario, non esitate a fare riferimento ai  consigli per rinnovare le articolazioni del bagno  forniti dai produttori.

Inoltre, è possibile applicare un sigillante per giunti. Questo può aiutare a prevenire la muffa creando una barriera protettiva. Devi assicurarti di scegliere un sigillante adatto al tuo ambiente bagno.

Prevenire e contrastare lo sviluppo di muffe

La prevenzione resta la strada migliore per contrastare la formazione delle muffe. Oltre alla pulizia regolare , potresti prendere in considerazione l’idea di investire in piastrelle resistenti all’umidità o adesivi di alta qualità per ridurre le infiltrazioni d’acqua nei materiali.

Nonostante tutti i tuoi sforzi, è possibile che la muffa persista sulle giunture del bagno. In questo caso, puoi utilizzare una soluzione di candeggina diluita per uccidere  la muffa . Proteggiti indossando guanti e ricordati di areare la stanza quando usi questi prodotti. Se la muffa ricompare troppo rapidamente, dovreste far valutare la ventilazione e l’ermeticità del vostro bagno, poiché potrebbero essere necessari lavori più ampi.