La maggior parte delle piante necessita di tanto in tanto di un piccolo aiuto con la fertilizzazione. Bene, il fertilizzante può essere prodotto in casa con prodotti economici che molto probabilmente abbiamo già.

Molti degli ingredienti necessari sono scarti che normalmente butteremo via, quindi queste opzioni di fertilizzanti non solo ti aiutano a mantenere le tue piante, ma aiutano anche a ridurre gli sprechi.

Fertilizzante naturale per piante

Fertilizzante sale Epsom

Per questa variazione avrai bisogno solo di acqua e sale Epsom. Mettete gli ingredienti in un contenitore e mescolate bene finché il sale non si sarà sciolto. Il fertilizzante può essere utilizzato una volta al mese, durante il periodo di sviluppo della pianta.

Il sale Epsom contiene magnesio e solfato, sostanze nutritive molto importanti per piante come: rose, peperoni, pomodori o patate.

Fertilizzante dai fondi di caffè

Mettete i fondi di caffè su un giornale e lasciateli asciugare. Dopo questo periodo, puoi utilizzare la feccia per radicare le piante che hanno bisogno di acidità per prosperare.

I fondi di caffè sono ricchi di azoto, potassio e magnesio e sono naturalmente acidi, nutrendo il terreno con la sua acidità. Può essere utilizzato per piante come azalee, rose, rododendri e mirtilli.

Fertilizzante a guscio d’uovo

Le uova sono alimenti che mangiamo spesso e il loro guscio, che normalmente buttiamo via, può essere utilizzato come fertilizzante naturale. Mettete le bucce in un frullatore e riducetele in polvere finissima. Questa polvere può essere applicata alle radici delle piante, essendo una buona aggiunta di calcio.

L’aceto è indispensabile in casa

Fertilizzante all’aceto

Mescola un cucchiaio di aceto bianco con un litro d’acqua e usa la soluzione per annaffiare le tue piante una volta ogni tre mesi. Pertanto, l’acido acetico nell’aceto aumenterà l’acidità del terreno. Attento! Non utilizzare aceto non diluito, funzionerà come un erbicida.

Fertilizzante dall’acqua dell’acquario

L’acqua dell’acquario è estremamente utile per nutrire le piante. Puoi usarlo ogni volta che svuoti l’acquario, poiché è pieno di sostanze nutritive.

Fertilizzante di cenere

Se hai una stufa o un caminetto, utilizza la cenere rimasta, sempre raffreddata, nel giardino o nel solarium. La cenere è ricca di potassio e calcio, che aiutano a bilanciare il pH del terreno e un migliore assorbimento dei nutrienti. Attento! La cenere non viene utilizzata su terreni alcalini, né intorno a piante che necessitano di un terreno acido.

Compost naturale

Il compost si ottiene abbastanza facilmente, con l’ausilio di scarti vegetali, giornali, foglie, bucce di frutta e verdura. Di tanto in tanto viene versata un po’ d’acqua sul mucchio di scarti. Microrganismi e sostanze nutritive daranno nutrimento al terreno alle piante.