Se segui alcune semplici regole, sarai in grado di coltivare teste d’aglio grandi e sane senza troppi problemi!

All’inizio o a metà estate (a seconda della regione) l’aglio inizia a formare steli floreali (briciole). A causa del fatto che le piante dirigono tutte le loro risorse alla formazione dei semi, le teste d’aglio smettono di crescere e le loro dimensioni rimangono invariate fino al momento del raccolto.

Pertanto, se tagli tutte le strisce, le piante dirigeranno nuovamente tutte le loro forze verso la crescita di bulbi sotterranei. Di conseguenza, raggiungeranno la loro dimensione massima, a seconda della varietà di aglio.

HAI BISOGNO:

-una forbice da giardinaggio.

PROCEDIMENTO:

1.Quando dovresti rimuovere i trucioli? Per quanto tempo sono ancora attorcigliati. Se si sono raddrizzati e sono apparse le capsule di semi, significa che sei in ritardo e non puoi più cambiare nulla.

2. Usando le forbici da giardinaggio (pulite e decontaminate), tagliare le strisce dai fili d’aglio. Non strapparli a mano: in questo modo strapperai un pezzo troppo grande del filo e la rottura consentirà agli agenti patogeni di penetrare e alle malattie delle piante.

3. Ma è necessario lasciare le strisce su alcuni fili d’aglio (circa 5 fili – situati in diverse parti della trama) in modo da poter determinare il periodo di raccolta ottimale: l’aglio dovrebbe essere raccolto, quando le briciole si raddrizzano e fioriscono.

Se raccogli l’aglio troppo presto, otterrai un raccolto più piccolo.

 

Se lo raccogli troppo tardi, inizierà a rovinarsi.

ALTRE INFORMAZIONI UTILI:

1.De le punte delle foglie d’aglio ingialliscono? A causa del caldo o dell’umidità eccessiva (ad esempio, irrigazione eccessiva o piogge frequenti). In linea di principio, questo non influisce sul raccolto e non provoca la completa secchezza delle foglie. Sforzati semplicemente di mantenere un’umidità moderata del terreno.

2. L’aglio non ama i fertilizzanti azotati. Provocano la crescita della massa vegetativa a scapito dei bulbi.

Buon giardinaggio!