Il ciliegio è un albero da frutto perenne con fogliame deciduo. I suoi frutti, dal sapore dolce e piccante insieme, sono polposi e ricchi di vitamina C. Le ciliegie possono essere consumate fresche o utilizzate nella preparazione di marmellate, sciroppi o dolci. La raccolta avviene tra aprile e giugno. D’altra parte, alcuni parassiti possono rovinare il raccolto e anche rendere le ciliegie inadatte al consumo. Questi sono vermi bianchi che si trovano vicino al nocciolo del frutto. Scopri come sapere se le tue ciliegie contengono vermi o meno.

Le larve trovate nelle ciliegie sono solo le larve di alcune mosche che attaccano i ciliegi. La deposizione di queste mosche avviene tra maggio e luglio, al momento della colorazione dei frutti. Per evitare di consumare una ciliegia infestata da vermi, è importante prima controllarne l’aspetto, in modo da sapere se contiene o meno un verme.

In che modo i vermi attaccano le ciliegie?

verme bianco nella ciliegia

  La raccolta e la degustazione delle ciliegie possono essere viziate da piccoli vermi. Queste ultime  sono solo le larve di due mosche:  una chiamata Rhagoletis cerasi, e un’altra, più piccola, chiamata Drosophila suzukii o mosca della frutta delle ciliegie. Tra maggio e luglio, questi moscerini volano intorno ai ciliegi e si nutrono delle loro dolci secrezioni, soprattutto nelle ore di pieno sole. Forano la buccia delle ciliegie  e vi depongono le uova.  Le femmine di Rhagoletis cerasi depongono le uova circa 10 giorni dopo il primo involo, soprattutto quando il clima è caldo. Le uova vengono deposte sotto la buccia delle ciliegie rosse. Le larve compaiono dopo 10 giorni  e si nutrono della polpa delle ciliegie. Per quanto riguarda le femmine di Drosophila suzuki, depongono le uova in ciliegie mature e sane.

Leggi anche: Come salvare un’orchidea morente? Suggerimenti e consigli utilie: 

Le varietà di ciliegio tardive o medio-tardive sono le più attaccate dalle larve bianche.  Le varietà precoci, invece, maturano prima che le mosche inizino il loro primo volo  e rimangono intatte .

Le ciliegie infette da questi parassiti marciscono rapidamente. E per una buona ragione, quando le mosche perforano la buccia per deporre le uova, diversi batteri e funghi si infiltrano nella buccia di questi frutti,  che diventano quindi inadatti al consumo.

Si noti che mentre la mosca Rhagoletis cerasi attacca solo i ciliegi, la Drosophila suzukii prende di mira piuttosto tutti i frutti  a polpa tenera. Questo include ciliegie, ma anche pomodori, fragole, prugne, uva o lamponi.

Raccogli le ciliegie dal colore rosso vivo.

Come riconoscere la presenza di vermi nelle ciliegie?

Per capire se una ciliegia è stata infestata da un verme, basta  controllarne l’aspetto.  Se al tatto è soda e liscia, senza zone ammuffite, con il picciolo verde, significa che la ciliegia è sana. Non mangiate invece le ciliegie se hanno macchie marroni  o se sono morbide  o molto mature.

Come prevenire la comparsa di vermi nelle ciliegie?

Per evitare la comparsa di vermi nelle ciliegie, è consigliabile  piantare varietà precoci  come Napoleon o cuori di piccione, in modo che raggiungano la maturità, anche prima del primo volo delle mosche. Inoltre, non piantare vicino ai tuoi ciliegi piante profumate  che potrebbero attirare le mosche,  come crespini o caprifogli.

Leggi anche: Come innaffiare una poinsettia? La maggior parte delle persone non lo sa e lo distrugge prima di Natale

Ciliegie

Per evitare di attirare le mosche responsabili della comparsa dei vermi, è importante anche eliminare  dal vostro ciliegio tutti i frutti troppo maturi.  In inverno cercate di pulire e zappare il terreno, cioè di smuoverlo, soprattutto sotto la chioma del vostro albero,  in modo da dissotterrare  le pupe di mosca  e ridurre così il numero di queste  che potrebbero comparire in primavera. Puoi anche installare, dall’inizio di aprile, trappole ecologiche per liberarti di queste mosche. Per fare ciò,  installa pannelli gialli appiccicosi. La mosca, attratta da questo colore, si attaccherà facilmente a questa trappola e lascerà in pace il tuo ciliegio. Si noti che esistono anche trappole a feromoni, che consistono in strisce ricoperte di colla o piccole capanne che racchiudono una capsula di feromoni che si diffonde nell’aria. Questa trappola ecologica è molto efficace  nel catturare gli insetti  che depongono le uova nella frutta. Nota che la frutta infetta da vermi dovrebbe essere scartata e non aggiunta al compost, poiché le larve, o vermi, continuano a crescere nella frutta,  anche quando cade a terra.

Detto questo, è importante controllare l’aspetto delle ciliegie prima di assaggiarle. Ciò ti consente di riconoscere se i tuoi frutti rossi sono stati infettati o meno da larve bianche.

Leggi anche: Come coltivare lo zenzero in vaso per averlo a disposizione gratuitamente tutto l’anno?