Press ESC to close

Come sturare il lavandino del bagno senza prodotti chimici?

Se un tubo nel lavandino, nella vasca da bagno, nel lavabo o nella doccia è intasato, spesso la causa è la fuoriuscita di residui. Infatti, l’ostruzione può essere dovuta ad un accumulo di capelli, dentifricio, carta igienica o grasso nel sifone. Per rimediare facilmente, soprattutto quando interessa il lavandino del bagno, un idraulico esperto fornisce consigli.

Il lavandino del bagno è solitamente uno dei dispositivi più colpiti dagli intasamenti. Sapone, capelli, dentifricio o cosmetici possono accumularsi nel foro di scarico e impedire il deflusso dell’acqua. Per superare questo problema, Richard Trethewey, esperto di impianti idraulici e di riscaldamento per la serie americana This Old House, dà consigli su come sbloccare i tubi.

Come sturare un lavandino? 

Per evitare cattivi odori in casa e consentire all’acqua di defluire normalmente, è necessario assicurarsi di sbloccare il sifone il più rapidamente possibile. Secondo Richard Trethewey, ecco la procedura da seguire per riparare un tubo intasato nel bagno:

  1. Controlla cosa sta bloccando i tubi per sbloccarli

Prima di tutto, dovrai determinare la causa dell’ostruzione nel tubo. Ciuffi di capelli, carta igienica, sporco o anche sapone liquido possono ostruire il sifone. Per vedere le cose più chiaramente, inizia controllando se l’acqua è stagnante o se drena lentamente.

Se non riesci a far scorrere l’acqua, dovrai smontare il gruppo. Posizionare una bacinella sotto il sifone quindi allentare i dadi del tubo di scarico con una chiave fissa. Successivamente, svuota il secchio d’acqua nella ciotola.

Apri il sifone
  1. Prova a rimuovere i residui manualmente

A questo punto è possibile raccogliere con le mani tutto lo sporco intasato nello scarico. Dovresti svuotare il lavandino da tutti i detriti che potrebbero causare i blocchi.

  1. Usa un raccoglitore di capelli

Se è presente una fermata più lontana, utilizzare un cattura capelli per sturare velocemente i tubi. Questo dispositivo assomiglia ad una lunga asta con piccoli denti per intrappolare i capelli che causano l’ostruzione.

Cattura capelli
  1. Optare per un serpente drenante

Come ultima risorsa, puoi optare per un serpente di scarico, uno strumento molto efficace utilizzato dagli idraulici per sturare i tubi. Il serpente di scarico è un pulitore che gira quando viene spinto attraverso lo zoccolo. Pertanto, consente di sturare i tubi e far passare i detriti nelle fogne.

Serpente idraulico
  1. Aceto bianco e bicarbonato di sodio per sturare un tubo

Utilizzato da secoli per pulire tutta la casa, l’aceto bianco è un consiglio della nonna che ha soddisfatto gli amanti dei prodotti ecologici. Prima di utilizzare questo metodo, inizia pulendo il sifone per rimuovere tutto ciò che può intasare i tubi. Ricordatevi di svitare il sifone utilizzando guanti domestici e di posizionare sotto una bacinella per raccogliere l’acqua stagnante. Successivamente, opta per una soluzione di aceto e bicarbonato di sodio per pulire i tubi ostruiti senza utilizzare prodotti chimici.

Per fare questo mescolate 200 grammi di bicarbonato, 200 grammi di sale e 30 cl di aceto bianco . Lasciare agire per mezz’ora quindi versare un litro di acqua bollente. Se lo scarico è ancora intasato, usa uno stantuffo e muoviti avanti e indietro per rimuovere lo sporco che blocca lo scarico. Ricordiamo inoltre che per evitare che si formino intasamenti nei lavelli e nei lavabi è necessaria una regolare manutenzione. Evita che i capelli o i residui di sapone si accumulino nello scarico e pulisci regolarmente i tubi.