La spugna per piatti è la tua alleata nella pulizia quotidiana. Lo usi per igienizzare diverse superfici della casa. Di conseguenza, accumula batteri che possono proliferare e contaminare altre superfici. Sappiate che non è pulendolo che ne prolungherete la vita e lo userete all’infinito. Si consiglia di sostituire regolarmente la spugna. Ecco quanto spesso dovrebbe essere cambiato.

Ad ogni utilizzo, le spugne per piatti  si riempiono di batteri che proliferano ad alta velocità. Molte persone poi si chiedono con quale frequenza debba essere sostituito per mantenere una buona igiene in cucina. Sebbene dipenda dalla sua manutenzione e dall’uso che se ne fa, ha una durata limitata.

Ogni quanto va sostituita la spugna per i piatti?

Questo oggetto per la pulizia ha una durata massima che deve essere presa in considerazione.

Leggi anche: Metti una spugna in frigo: il trucco che ti farà risparmiare

  • Cambia la spugna per i piatti ogni settimana 
spugna per piatti

Con oltre 54 miliardi di cellule batteriche, la spugna da cucina sarebbe un oggetto sporco, che ospita vari batteri, secondo uno studio   pubblicato su Scientific Reports. Essendo umido, poroso e assorbente allo stesso tempo, questo strumento di pulizia fornisce le condizioni ideali per la crescita e la proliferazione dei batteri. Inoltre il grasso accumulato dopo ogni utilizzo lo rende inutilizzabile. Per questo  va cambiato almeno una volta alla settimana o anche ogni 2 o 3 giorni. Dovrebbe anche essere scartato  quando si sbriciola o diventa maleodorante.

Inoltre, per limitare il rischio di contaminazione, è consigliabile utilizzare una spugna specifica per ogni lavoro domestico per evitare contaminazioni. Tuttavia, tra un utilizzo e l’altro, ricordati di pulirlo adeguatamente per una migliore igiene.

Come pulire la spugna per i piatti?

Mentre la candeggina è il modo più efficace per uccidere i batteri, è meglio adottare altri trucchi comprovati che possono essere altrettanto efficaci.

  • Pulisci la spugna nel microonde
Spugna per piatti al microonde

Lo sapevate ? È possibile pulire una spugna per piatti usando il microonde. Questo permette di disinfettarlo grazie al calore emesso dal dispositivo. Per ottenere ciò, immergi semplicemente la spugna in acqua saponosa e strizzala leggermente. Quindi mettilo nel microonde. Quindi eseguire il dispositivo alla massima potenza per uno o due minuti. Tutto quello che devi fare è strizzare e lasciare asciugare la spugna all’aria.

Leggi anche: Perché le casalinghe intelligenti mettono il limone nella spugna per lavare i piatti? Cambia tutto

  • Disinfettare la spugna in lavastoviglie
Lavastoviglie

Proprio come il microonde, la lavastoviglie è in grado di uccidere i batteri su una spugna da cucina o una spugna per piatti. Per fare ciò,  posiziona semplicemente la spugna all’interno del tuo elettrodomestico ed esegui un normale ciclo di lavaggio. Per un’efficacia garantita, l’asciugatura deve essere impostata ad alta temperatura. Il calore eliminerà infatti i batteri e prolungherà la vita della tua spugna.

  • Usare l’aceto per pulire la spugna per piatti

Infine, per avere una spugna per i piatti pulita, è possibile utilizzare l’aceto. Questo prodotto multiuso, infatti, consente di pulire e disinfettare in profondità determinati oggetti e superfici. Avrà così un effetto immediato su una spugna per piatti.  Immergere il prodotto per la pulizia in una ciotola di aceto per 5 minuti, quindi risciacquare con acqua calda, strizzare e lasciare asciugare in un’area ventilata o soleggiata.

Leggi anche: Metti la spugna per i piatti in lavatrice: a fine mese risparmierai