I giardinieri a volte non aderiscono alle corrette tecniche agricole quando piantano i pomodori. Possono semplicemente aggiungere i fertilizzanti disponibili nei buchi senza pensare alle conseguenze.

Ad esempio, l’aggiunta di escrementi di uccelli, letame fresco o compost acerbo può bruciare le radici dei pomodori. Quando la materia organica si decompone, viene rilasciato calore, che può anche influenzare negativamente il sistema radicale. Ciò può causare la caduta o la mancata formazione dei fiori di pomodoro.

Inoltre, non utilizzare fertilizzanti a base di azoto puro quando si piantano i pomodori. I pomodori necessitano di una moderata quantità di azoto e più fosforo. L’uso di azoto puro si tradurrà in una crescita vigorosa di foglie e steli, ma nessun fiore si formerà o cadrà allo stadio di germoglio. È meglio aggiungere “un po’ alla volta” l’urea o il salnitro e non trascurare fosforo e potassio.

Inoltre, non dovresti usare biancheria da letto che è marcia. Può contenere escrementi animali ed essere riscaldato a temperature elevate, che possono influire negativamente sulla crescita e sullo sviluppo dei pomodori.

Ai pomodori non dovrebbero essere somministrate grandi dosi di fertilizzanti minerali, poiché ciò può portare a malattie, secchezza delle foglie, ingiallimento e caduta dei germogli. Un sovradosaggio di ciascuno di questi elementi nutritivi provoca vari sintomi e conseguenze ed è impossibile interrompere l’alimentazione.

La farina di ossa può impedire l’assorbimento dell’umidità e portare a conseguenze negative per i giovani pomodori i cui apparati radicali hanno già subito uno shock da trapianto. La calce o il gesso da giardino possono spostare la reazione del terreno sul lato alcalino e causare una crescita e una fruttificazione inferiori dei pomodori.

È meglio nutrire poco le piante piuttosto che dar loro troppe sostanze nutritive. Dovresti seguire le raccomandazioni per le pratiche agricole e non utilizzare fertilizzanti non testati.