L’ambrosia è una pianta che porta molti problemi. Oltre al fatto che crea molte allergie, le persone giuridiche che non lo rimuovono dal campo possono ricevere multe enormi. Sfortunatamente, l’ambrosia non può essere domata così facilmente e richiede metodi specifici che riguardano, in particolare, l’arresto della sua moltiplicazione.

Sebbene esistano metodi di diserbo, questi non impediscono alla pianta di moltiplicarsi, quindi gli agricoltori sono costretti ad attaccare il suo punto debole, che è la propagazione dei semi, soprattutto nelle nuove aree di sviluppo.

L’Ambrosia è una pianta termofila che necessita di un terreno con temperature comprese tra 15 e 20 gradi Celsius per la germinazione. Questo processo avviene dopo il 15 aprile, periodo in cui si sviluppa la maggior parte delle allergie. Inoltre, l’ambrosia cresce molto rapidamente, attaccando con vigore le colture circostanti.

Come combattere l’ambrosia

Gli specialisti hanno provato diversi metodi per combattere l’ambrosia. Tra i più famosi troviamo:

  • il metodo preventivo – evitando il trasporto di terra, macchinari, merci, prodotti agricoli da luoghi contaminati
  • meccanico – sfortunatamente la pianta si sviluppa di più dopo le talee
  • chimico – la pianta deve essere diserbata solo al termine del periodo di fruttificazione per impedirne la moltiplicazione

In Cina, gli specialisti utilizzano una specie di falena notturna, chiamata Tarachidia candefacta, e un’altra specie di falena gallicola che infesta il fusto (Epiblema strenuana), ma questo metodo non è sempre efficace.

In Canada si utilizzano metodi chimici e meccanici, che però non aiutano a debellare completamente la pianta, ma riescono ad arrestarne la moltiplicazione incontrollata.

La specie Zygogramma suturalis è un parassita che ha la capacità di controllare l’ambrosia ed è utilizzato in Croazia.

In paesi come Austria, Germania, Italia e Slovenia, i metodi preventivi vengono utilizzati più spesso, aumentando il livello di consapevolezza della popolazione. Vengono utilizzati anche metodi chimici e meccanici e il risultato differisce da un’area all’altra. In questi stati, così come in Ungheria, sono previste multe severe per chi non combatte l’ambrosia.

In Svizzera è molto popolare il processo di sensibilizzazione della popolazione sul pericolo della diffusione dell’ambrosia. Attraverso la stampa, i siti web specializzati e le manifestazioni lo Stato svizzero informa i cittadini sul pericolo dell’ambrosia.

In Romania, a partire dal 2018, è stata approvata una legge che impone la lotta all’ambrosia a livello nazionale.

Quali sono le sostanze e i parassiti che possono attaccare l’ambrosia

Le sostanze a cui questa infestante è sensibile sono: imazethapyr, pendimetalin, linuron, metaclor+, atrazina, clorsulfuron, thifensulfurolo ed altre.

Inoltre la coltura può essere attaccata dal micelio di alcune specie di funghi dei generi: Entyloma, Albugo, Phyllachora, Verticillium, Macrophomina, o con l’aiuto di insetti fitofagi che riducono le popolazioni di ambrosia .

Sfortunatamente, sradicare la pianta non è un processo efficiente, ci sono diversi svantaggi, come:

  • non può essere applicato su grandi superfici
  • non può essere eseguita su piante da fiore
  • i lavoratori devono prestare molta attenzione quando esposti all’impianto, devono indossare maschera e guanti specializzati
  • ci vuole molto lavoro manuale e il processo è lungo e arduo
  • il procedimento può essere effettuato solo in un certo periodo, cioè dopo il periodo di fioritura della pianta.

Utilizzando lavori agricoli meccanici come lo scavo, l’erpicatura manuale o meccanica, la falciatura manuale o meccanica, si possono riscontrare con l’ambrosia i seguenti svantaggi :

  • quando lo stelo rimane a 5 cm la pianta può rifiorire
  • altre piante attorno ad esso possono essere eliminate.

Questo metodo presenta anche alcuni vantaggi, come ad esempio:

  • la tecnica è veloce ed ecologica e ha effetti più positivi se eseguita prima della fioritura
  • è possibile utilizzare attrezzature meccaniche
  • c’è un’alta probabilità di successo quando i tagli sono frequenti.

Per quanto riguarda l’erbicida, il metodo presenta i seguenti svantaggi:

  • ha un impatto negativo sulla salute umana
  • gli erbicidi possono anche colpire le colture attorno all’ambrosia
  • il diserbo deve essere effettuato ripetutamente per un risultato ottimale.

I vantaggi di questo metodo sono:

  • nelle colture erbacee ha un ottimo effetto
  • è possibile utilizzare i mezzi combinati di controllo costituiti dall’unione di quelli meccanici e chimici.

L’Ambrosia cresce principalmente lungo aree commerciali o industriali. Si consigliano sfalci ripetuti, effettuati mensilmente tra luglio e settembre.