La cucina è probabilmente il luogo più frequentato della casa. Trascorriamo molto tempo lì ogni giorno: che si tratti di inventare buoni pasti, pranzare con la famiglia o fare rifornimento in frigo. Non c’è da stupirsi che questa stanza si sporchi molto rapidamente, richiedendo una pulizia costante e ben curata. Tuttavia, se siamo abituati a lavare il pavimento, disinfettare la stufa, pulire il forno o svuotare la spazzatura, tendiamo a trascurare la manutenzione di un elettrodomestico molto particolare. E pensare che lo usiamo quasi tutti i giorni e che probabilmente è anche uno degli elementi più sporchi in cucina! Indovina cos’è?

A fine giornata, quando pulisci la cucina, pensi a tutto…o quasi. Il valzer di spugne e stracci è bellissimo da vedere: le stoviglie brillano, i fornelli sono disinfettati, il bancone trasuda pulizia, il pavimento risplende e la stanza emana persino un delicato profumo di freschezza. Ma sei sicuro di non aver dimenticato nulla? Questo dispositivo lì, nell’angolo, verrebbe quasi da credere che sia stato abbandonato a se stesso per settimane. Sì, è davvero il forno a microondeche troppo spesso dimentichiamo, quando lo usiamo quasi quotidianamente. Certo, ci sarebbe piaciuto che fosse autopulente, ma purtroppo non lo è. La parte peggiore è che riscaldandovi i piatti ogni giorno, quando lo apri ti accorgi che non ha un buon odore e che è incrostato di residui di cibo. Ma cosa aspetti a pulirlo? Questo è l’errore comune che fanno molte persone. Ed è per questo che ha la reputazione di essere l’elettrodomestico meno igienico in cucina. Sapendo che è un nido di germi e batteri, potrebbe essere giunto il momento di prendere l’abitudine di disinfettarlo regolarmente. Ecco alcuni suggerimenti per una corretta manutenzione del forno a microonde.

L’elettrodomestico più sporco in cucina non è altro che il forno a microonde

Pulire una cucina

È un must in tutte le cucine e molto spesso anche negli uffici. Il forno a microonde è un dispositivo estremamente pratico e versatile che ci permette di riscaldare le nostre pietanze, scongelare cibi e persino cucinare determinate ricette. Lo chiediamo quasi tutti i giorni: timer acceso, basta metterci sopra il piatto e aspettare che il campanello vada velocemente in tavola. La sua praticità è diventata così comune che quasi dimentichiamo che richiede anche una manutenzione frequente e attenta. Se non altro per mantenerlo igienico, privo di sporco e germi.

Leggi anche:Il modo giusto di usare la grattugia per verdure che la maggior parte delle persone non conosce

Tuttavia, bisogna riconoscerlo, la maggior parte delle persone non ha il riflesso di pulirlo sistematicamente dopo ogni utilizzo. Certo, può sembrare noioso doverlo disinfettare quotidianamente, ma per la tua sicurezza dovresti iniziare a prenderlo come abitudine.

In effetti, uno studio di Kimberly-Clark ha rilevato che il 48% delle maniglie delle porte a microonde aveva un livello di adenosina trifosfato (ATP) di 300 o superiore. Il misuratore di ATP è uno strumento utilizzato per misurare la sporcizia di una superficie: una lettura superiore a 300 significa che c’è un alto livello di agenti patogeni che potrebbero presentare un rischio di trasmissione di malattie gravi. In generale, qualsiasi lettura superiore a 100 è già considerata malsana. Una buona pulizia  è quindi altamente raccomandata.

Precedenti ricerche hanno anche scoperto che l’interno dei forni a microonde è ancora più sporco. I test hanno così rivelato la presenza di batteri pericolosi come E. coli. ”  Lo usiamo per cucinare il nostro cibo, ma lo usiamo anche per scongelare la carne “, ha affermato il dottor Torruellas-Garcia, che ha eseguito i test presso il laboratorio di microbiologia della Nova Southeastern University. “  Le carni crude contengono batteri come l’e-coli e la salmonella. A volte il cibo schizza nel microonde e non sempre lo puliamo.  »

Come pulire il forno a microonde usando trucchi naturali?

Pulizia di un forno a microonde

  • Con acqua e limone

Il rimedio ideale per pulire l’interno del forno a microonde è una soluzione di acqua con succo di limone. Quest’ultimo è utilissimo per rimuovere perfettamente lo sporco, disinfettare tutta la zona, ma anche per neutralizzare i cattivi odori.

Prima di iniziare a lavare manualmente l’interno del forno a microonde, preparare in una ciotola una soluzione di acqua con succo di limone (potete aggiungere anche fette di agrumi). Metti il ​​piatto nel microonde. Chiudere la porta e impostare l’apparecchio alla massima potenza per circa 5 minuti.

L’acqua nella ciotola inizierà a bollire, rilasciando una grande quantità di vapore. Lasciare la ciotola all’interno per qualche altro minuto mentre l’apparecchio è spento. Il vapore ammorbidirà lo sporco e gli avanzi di cibo secco, riempiendo lo spazio con un piacevole aroma di limone.

  • Con bicarbonato di sodio

Dopo aver rimosso la ciotola di acqua e limone dal microonde, immergere un panno pulito nella soluzione e pulire accuratamente l’interno dell’apparecchio.

Leggi anche: Perché bisogna mettere il bicarbonato sulle patate prima di metterle in forno? Il consiglio segreto degli chef

Se alcune macchie sono davvero ostinate, strofinale con una spugnetta per piatti spolverata di bicarbonato di sodio , una potente polvere bianca che ti aiuterà anche a igienizzare l’elettrodomestico e a deodorare l’interno. Quindi, ripetere nuovamente il passaggio precedente e pulire con cura.

Ecco, non è stato così complicato: il tuo forno a microonde trasuda pulizia. È di nuovo operativo e pronto all’uso. Ricorda di utilizzare questo metodo regolarmente per mantenere il tuo dispositivo sempre sano e igienico.

Leggi anche:Come ravvivare i colori dei vestiti per farli sembrare nuovi? Usa quell’ingrediente che hai in cucina è sufficiente