Con il ritorno del sole e delle belle giornate, è tempo di ravvivare il giardino e il balcone con piante da fiore di facile manutenzione. Aprile è uno dei mesi migliori per piantare fiori. Detto questo, hai a disposizione un’ampia scelta e diverse varietà di piante perenni o annuali possono sedurti con le loro fioriture colorate. Scopri la nostra selezione di 4 piante fiorite che puoi coltivare ad aprile, per decorare il tuo balcone o il tuo giardino ornamentale.

Il ritorno della primavera è il momento perfetto per coltivare fiori. Ecco una selezione di 4 piante da fiore che puoi piantare ad aprile.

Quali sono le piante da fiore che si possono piantare durante questo mese primaverile?

Queste piante da fiore sono ideali per ravvivare il vostro giardino e balcone con i loro fiori colorati e il fogliame decorativo.

Leggi anche: Come piantare e mantenere l’albero di giada? La guida passo passo

Pianta la canna in aprile

canna

La canna è una pianta tropicale perenne della famiglia delle Cannaceae. Il suo fogliame decorativo ricorda quello del banano  per le sue foglie larghe e lunghe.  Questi possono essere a strisce, a coste, di colore verde o persino viola. Piantata in aprile, la canna regala una fioritura spettacolare per tutta l’estate e fino al gelo. Per piantare con successo la canna, pianta i rizomi in un vaso pieno di terriccio leggero a base di torba e annaffia leggermente  per mantenere il terreno umido.  Tieni il vaso in un luogo luminoso, con una temperatura tra i 18 e i 20°C,  fino alla comparsa dei primi germogli. Potrete poi, dopo le ultime gelate, trapiantare le giovani piante in piena terra, nel vostro giardino ornamentale. Il terreno deve essere ricco, e composto da letame o compost.

Originaria dell’America tropicale,  la canna ama il caldo e l’umidità.  Innaffia regolarmente il terreno per mantenerlo umido e dai alla tua pianta una posizione soleggiata. Inoltre, la fioritura può essere rallentata se mantieni la tua canna all’ombra. Per una fioritura abbondante, fertilizza la tua pianta con un fertilizzante per piante da fiore in estate e rimuovi i fiori appassiti.

Pianta l’agapanthus ad aprile

agapanthus

Originario del Sud Africa, l’agapanthus è una pianta da fiore perenne. Di facile manutenzione, si caratterizza  per la sua infiorescenza ad ombrella.  Inoltre i suoi fiori estetici sono molto apprezzati per decorare giardini o per comporre mazzi di fiori. Prima di piantare le radici tuberose di agapanthus,  devi prima allentare il terreno  (ararlo per renderlo più leggero) ad una profondità di 30 cm. Quindi puliscilo da erbacce o pietre e aggiungi un po ‘di compost. Se il terreno è pesante, sentiti libero di aggiungere un po’ di sabbia o ghiaia fine. Quindi piantare le radici tuberose a una profondità di 15 cm. Copri la tua piantagione con terra, compattala e annaffiala con acqua piovana. Per una coltura in vaso, scegli un terreno leggero, sabbioso e ricco di humus. Posiziona uno strato di ciottoli di argilla sul fondo del vaso per favorire il drenaggio, e mantieni la tua pianta esposta al sole e riparata dal vento. In inverno ricordatevi di togliere il sottovaso dal vaso, perché  l’agapanto non ama l’umidità.

Pianta la pervinca in aprile

pervinca

La pervinca è una pianta perenne sempreverde. Poco esigente, può essere coltivata in piena terra, o in vaso, per abbellire balconi o terrazzi. L’importante è offrirle un’esposizione a mezz’ombra,  in modo da favorire la fioritura. Anche la pervinca ha bisogno di spazio per crescere bene. Detto questo, ricordati di mantenere una distanza di almeno 50 cm tra le piante. Per una coltura in contenitore,  pianta la pervinca isolata,  in modo che non soffochi le altre piante. Per quanto riguarda il terreno, deve essere leggero, drenante e ricco di compost. La coltivazione della pervinca è facile, anche per chi non ha il pollice verde, e non a caso questa pianta non necessita di grandi cure e può  sopportare brevi periodi di siccità.

Leggi anche: Come piantare una zecca? Guida per coltivarlo bene

Pianta il papavero ad aprile

papavero

Il papavero è una pianta annuale dal fogliame deciduo, che si distingue per il suo fiore solitario rosso vivo, portato su un gambo peloso e sottile. Questa varietà di papaveri  è chiamata papavero selvatico.  È quello che troviamo di più in Francia. Prima di seminare i tuoi papaveri, rimuovi prima le erbacce e gira il terreno con una vanga per ammorbidirlo, cioè renderlo più leggero, poiché il papavero ama il terreno leggero e drenante. Non esitare a mescolare la terra con la sabbia del fiume, se noti che è pesante. Dopo la semina, innaffia regolarmente i papaveri per mantenere il terreno fresco,  fino a quando non germogliano. Poco esigente, il papavero apprezza il sole e il caldo, e non teme la siccità.

Detto questo, considera di coltivare queste piante da fiore in aprile per ravvivare il tuo giardino ornamentale o balcone con bellissime fioriture colorate.

Leggi anche: non compro più l’aglio al negozio. Il mio giardiniere mi ha detto come coltivarlo in grandi quantità