Originaria del bacino del Mediterraneo occidentale, la lavanda è una pianta perenne dal bel fogliame sempreverde e dai fiori deliziosamente profumati. Questo piccolo arbusto offre una fragranza dolce e fresca e purifica naturalmente il nostro interno. In questo articolo, scopri come far germinare i semi di lavanda in un secchio per rilasciare un piacevole aroma e profumare tutta la casa.

Al giorno d’oggi, molte persone usano gli oli essenziali per profumare i propri interni e beneficiare delle virtù terapeutiche di questi prodotti. Agendo contro lo stress, l’insonnia, i dolori muscolari, i problemi della pelle o il prurito causato dalle punture di insetti, questi oli calmanti sono popolari nell’aromaterapia. Uno degli oli più popolari in questo momento è l’olio essenziale di lavanda. Grazie alle sue proprietà analgesiche, rilassanti, analgesiche e antimicrobiche, questo olio essenziale piace particolarmente agli appassionati di rimedi naturali.

olio essenziale di lavanda

 

Per godere dell’odore della lavanda e profumare i tuoi interni, ecco come seminare i semi di lavanda in un secchio.

Leggi anche: Rotazione delle colture: perché evitare di piantare pomodori e cipolle nello stesso posto?

Come germinare i semi di lavanda a casa?

La lavanda è una pianta profumata, calmante e decorativa. Puoi seminare la lavanda nella tua casa per sfruttare le sue virtù terapeutiche e fornire un buon profumo ai tuoi interni.

lavanda in fiore

 

Per fare questo avrai bisogno di:

  • Diversi secchi
  • Della Terra
  • terriccio
  • Fertilizzanti
  • semi di lavanda

Per la germinazione della lavanda i passaggi da seguire sono i seguenti:

  1. Metti i semi di lavanda in sacchetti ermetici pieni di terra umida e poi conservali in frigorifero per almeno 3 settimane
  2. Versare il terreno per le piantine in tazze individuali
  3. Pianta una piantina per vaso, quindi copri ogni piantina con un sottile strato di terra
  4. Metti le piantine in un luogo caldo intorno ai 21 gradi, preferibilmente vicino a una finestra
  5. Innaffia leggermente le piantine ogni mattina.

I gesti giusti per far crescere i semi

Dopo aver germinato i semi, sarà necessario trapiantare le piantine quando avranno presentato le foglie.

coltivare semi di lavanda

 

Il vaso di ciascuna delle piante deve avere un diametro di almeno cinque centimetri. Successivamente, mescola il fertilizzante con il terreno e poi scava un buco nei vasi e coprilo con il terreno. Quando la pianta supera i sette centimetri, posiziona i vasi all’aperto, in un luogo parzialmente soleggiato. Scava una buca nel terreno, delle stesse dimensioni del contenitore in cui è cresciuta la pianta, quindi estraila dal suo vaso per ripiantarla nel terreno.

Leggi anche: Piante antizanzare: soluzioni naturali per allontanare i piccoli invasori

Quali sono i benefici della lavanda?

Grazie ai suoi principi attivi, linalolo, geraniolo, cumarina, tannini o anche umbelligerone, la lavanda è una pianta che ha una moltitudine di benefici terapeutici:

  • Combatte i disturbi del sonno e i disturbi del sistema nervoso
  • Antispasmodico, riduce le contratture muscolari
  • Lenisce il raffreddore e l’asma
  • Allevia l’emicrania e il mal di testa
  • Lenitivo, calma ustioni, pruriti, eczemi o acne
  • In applicazione locale favorisce la cicatrizzazione di ferite e ulcere
  • Considerato un ottimo rimedio contro i pidocchi, combatte alcuni parassiti.

A seconda degli effetti desiderati, la lavanda può essere utilizzata in inalazione, olio da massaggio, polvere secca, infuso o capsule. Tuttavia, questa pianta è controindicata nelle donne in gravidanza e nelle persone che assumono trattamenti anticoagulanti. In ogni caso, chiedi consiglio al tuo medico prima di optare per questo rimedio naturale.

Leggi anche: Come sbarazzarsi di erbacce e muschio sulle finitrici?