All’inizio dell’anno, le arance ci regalano bellissimi frutti maturi, dolci e succosi, sufficienti per fare il pieno di vitamina C per tutto l’inverno. Ma una volta consumate, cosa succede ai resti di queste arance? Scopri cosa succede quando l’acqua bollente viene versata sulle bucce d’arancia.

Ricchi di vitamina A e C, gli agrumi e più in particolare le arance sono frutti molto apprezzati dai consumatori durante il periodo invernale. Nella produzione di ricette per torte o marmellate fresche e piccanti, in succo per uno spuntino o semplicemente da mangiare al naturale, le arance generano scarti che possono essere compostati o trasformati.

Cosa succede quando l’acqua bollente viene versata sulle bucce d’arancia?

buccia d'arancia

Le arance sono frutti succosi con proprietà energizzanti e antietà. Un bicchiere di succo ti garantirà un apporto vitaminico necessario per le attività quotidiane. Ma attenzione, anche le piante amano questo tipo di contributo. Le bucce d’arancia aiutano le piante a crescere in modo sano.

Leggi anche: Il detergente fatto in casa a base di scorza di limone e aceto bianco

Voi che setacciate il web alla ricerca di idee anti-spreco per combattere lo spreco alimentare e trovare modi intelligenti per riutilizzare i rifiuti quotidiani, i trucchi a buccia d’arancia non vi sono sconosciuti. Li usi sicuramente per pulire i tuoi mobili o profumare i tuoi interni, ma sai come reagiranno le tue piante quando entreranno in contatto con questo agrume?

Prima di tutto, devi sapere che le bucce d’arancia sono un ottimo fertilizzante per le tue piante, soprattutto quando iniziano a marcire. Le bucce d’arancia rilasciano composti azotati. Questa operazione permette ai semi piantati di crescere velocemente e sani, e segue un preciso iter:

1- Per questo, dovrai prima raccogliere tutte le bucce d’arancia in un sacchetto, idealmente di stoffa o juta.

2- Dovrai quindi posizionare la borsa al sole per consentire al suo contenuto di asciugarsi.

3- Una volta che il contenuto della busta si è asciugato al sole, mettilo in una ciotola e aggiungi acqua bollente, quindi lascialo riposare per 4-5 ore.

4- Quindi filtrare il preparato per separare il liquido dalla buccia.

5- Innaffia le tue piante con la parte liquida e posiziona la corteccia imbevuta nel terreno a circa 5 cm di profondità

Altri consigli per riciclare le bucce d’arancia

1- Usa le tue bucce d’arancia come repellente per insetti

Metti le bucce d’arancia nel tuo giardino o semplicemente cospargi gocce di olio essenziale di arancia sui tuoi vestiti. Ciò manterrà lontane zanzare e altri insetti. Puoi dire addio ad afidi, mosche e zanzare.

2- Dai una spinta al tuo compost con le tue bucce d’arancia

fertilizzante a buccia d'arancia

Tu che, in un approccio a rifiuti zero, fai il compostaggio dei tuoi rifiuti organici per creare il tuo fertilizzante, sai che le bucce d’arancia gli permettono di essere più ricco e nutriente. I nutrienti contenuti nelle tue bucce d’arancia forniranno alle tue piante, frutta e verdura tutte le vitamine di cui hanno bisogno per prosperare.

Leggi anche: Non buttare più le scorze di limone. Mettili nella toilette e ammira il risultato

3- Tieni alcuni animali lontani dal tuo giardino usando le tue bucce d’arancia

A differenza degli umani, a cani e gatti non piace l’odore pungente degli agrumi. Se sei invaso dai cani e dai gatti dei tuoi vicini o da animali randagi nel vicinato, prendi in considerazione l’uso della buccia d’arancia per tenerli lontani. Posiziona pezzi di corteccia intorno al giardino per impedire a questi invasori di avvicinarsi alle tue piante.

Ora che conosci i diversi consigli per riciclare le bucce d’arancia, sarebbe un peccato buttarle via. Pensa verde e proteggi l’ambiente!

Leggi anche: Perché dovresti mettere la scorza di limone sul termosifone? La cosa utile che fanno tutti