Sei interessato a iniziare con le piante d’appartamento, ma non sai da dove cominciare? Esistono così tante piante d’appartamento di facile manutenzione che chiunque può coltivarle con successo. Continua a leggere per conoscere 7 piante facili da coltivare in qualsiasi spazio.

Cactus

Esistono innumerevoli varietà di cactus di cui qualsiasi principiante o esperto può prendersi cura con successo, con il minimo sforzo. Ciò è in gran parte dovuto alla capacità dei cactus di immagazzinare l’acqua in eccesso, cosa che non è possibile per la pianta normale. I cactus hanno sviluppato questa capacità di sopravvivere ai duri ambienti desertici a cui sono abituati. La loro tolleranza alla siccità significa che non è necessario seguire un rigido programma di irrigazione.

Per garantire il successo con il tuo cactus, scegli un vaso che includa almeno un foro di drenaggio. Il problema più comune con i cactus coltivati ​​indoor è una combinazione di luce insufficiente ed irrigazione eccessiva. La maggior parte dei cactus indoor dovrà essere annaffiata solo una volta alla settimana, in primavera ed estate. In inverno, una volta ogni 4-6 settimane.

Sansevieria

La Sansevieria, o pianta serpente, è considerata da molti amanti delle piante una delle migliori. Sono piante da interno di facile manutenzione, che regalano bellezza e non chiedono quasi nulla in cambio. Grazie alle foglie semi-succulente e ai rizomi che immagazzinano acqua, le piante serpente non richiedono annaffiature frequenti e sono adattabili a molte condizioni di vita diverse. Inoltre, si adattano a qualsiasi spazio senza occupare molto spazio grazie al loro portamento stretto e verticale.

Se hai una Sansevieria, fai attenzione a non innaffiarla eccessivamente. Queste piante possono passare settimane tra un’irrigazione e l’altra in un tipico ambiente interno, quindi sono perfette per coloro che di tanto in tanto se ne dimenticano. Se vengono tenuti alla luce diretta del sole o all’aperto in estate, apprezzeranno il fatto di essere annaffiati settimanalmente.

Mostro

Grazie a Instagram, Monstera è diventata una pianta d’appartamento iconica nella lista dei desideri di tutti. Fortunatamente, è anche estremamente facile prendersene cura! I Monstera tendono a prosperare nella maggior parte degli ambienti interni e possono diventare molto grandi e belli, diventando un’opera d’arte o un punto focale in una casa.

Il loro terreno può asciugarsi per circa il 75% e non ne faranno un dramma se li annaffiate con qualche giorno di ritardo. Per una crescita più rapida e foglie più grandi, posiziona i monstera in una luce intensa e indiretta, ad esempio vicino a una finestra esposta a est o ovest. Consigliamo un paio di guanti antipolvere per mantenere le foglie lucide e pulite.

Impianto ZZ

La pianta ZZ è un’altra pianta facile da coltivare grazie alla sua adattabilità a un’ampia gamma di condizioni indoor. La pianta ZZ tollera facilmente la scarsa illuminazione e non necessita di molta acqua. Infatti, la pianta rimane spesso dormiente (mentre è ancora verde) durante l’inverno e deve essere annaffiata solo una volta ogni 4-6 settimane. Durante i periodi di crescita attiva in primavera ed estate, l’irrigazione più frequente incoraggia la crescita, così come la luce forte e indiretta e le temperature calde.

I suoi steli verticali arcuati sono in realtà foglie individuali che spuntano direttamente dal livello del suolo. Se noti che le foglioline diventano gialle, ciò indica che la tua pianta potrebbe essere irrigata eccessivamente, quindi controlla l’umidità del terreno.

Pianta ragno

La pianta ragno è una pianta facile da curare perché si adatta bene all’ambiente domestico. Le piante ragno amano la luce forte e indiretta, ma possono tollerare anche la luce media. È una pianta da interno facile da usare che può adattarsi a tutti i tipi di luoghi della casa. Più luminosa è la luce del sole e più calda è la stanza, più spesso dovrebbe essere annaffiata.

Nel corso del tempo, le piante ragno producono “ragnotte” o ragnatele da steli rigidi e arcuati. Questi “ragni” aggiungono ulteriore fantasia e carattere a una pianta già affascinante. Possono essere rimossi e fatti crescere per diventare nuove piante oppure possono rimanere sulla pianta madre. Le piante di ragno non sono tossiche, quindi sono sicure in presenza di bambini e animali domestici.