Secondo gli specialisti, la piantagione di prugne rappresenta un buon investimento per i produttori. Possono sfruttarlo per 20-25 anni e, se adeguatamente curati, il raccolto può raggiungere le 30 t/ha.

Quali sono i vantaggi di realizzare un susino?

Le prugne sono ancora molto richieste, sia fresche che secche. L’elevato raccolto annuale è un fattore molto importante, soprattutto perché, sostengono gli esperti, l’investimento può essere recuperato dopo due anni di piena fruttificazione, cioè 7 anni dopo la semina.

Inoltre, in Romania ci sono molte aziende che producono prodotti a base di prugne, quindi non rimarrai mai con un surplus di prodotto.

L’investimento è minimo di 5.000 euro, ma l’importo può aumentare a seconda della superficie del frutteto, del suo terreno e delle varietà scelte.

Suggerimenti importanti per creare un frutteto di susine

Innanzitutto, per garantire una buona produzione, è necessario controllare il terreno su cui andrete a piantare gli alberi da frutto. I terreni più ottimali in questo caso sono quelli ricchi di humus, con pH moderatamente acido (5,9 – 7,2), e non estremamente compatti né umidi. La profondità ottimale della falda freatica deve essere inferiore a 1,5 – 2 m. È molto importante anche non scegliere una zona dove già c’era un frutteto, perché quel terreno non cederà più.

Preparazione del terreno

Se vengono controllate le condizioni legate al terreno, segue la preparazione del terreno, che viene effettuata in autunno prima della messa a dimora.

Innanzitutto il terreno deve essere accuratamente ripulito da tutte le piante esistenti, comprese altre radici, arbusti o alberi da frutto . Dobbiamo dare al nuovo frutteto quante più possibilità di successo possibili. Se te lo puoi permettere, puoi recintare l’area con una recinzione per tenere lontani gli animali selvatici.

Il terreno può essere concimato prima della semina, utilizzando in particolare letame. Segue la dissodamento del terreno, fino ad una profondità di 60-70 cm e la sarchiatura, che ha la funzione di triturare il terreno e livellarlo.

Picchettare il terreno è un passo importante. Nei frutteti piccoli o medi si possono piantare dai 400 ai 600 alberi. Nel caso dei susini è necessario lasciare uno spazio di 4 m tra gli alberi in fila.

La semina si effettua in primavera, tra il 1 marzo e il 10 aprile, oppure nel tardo autunno, prima del gelo. La profondità di semina ottimale è di 60 cm, in fosse di larghezza e lunghezza di 80 cm.