Un problema riscontrato durante la coltivazione dei pomodori è la peronospora. Questo microrganismo dannoso preferisce attaccare le piante di belladonna e le infetta in breve tempo.

Il luogo più comune per il suo aspetto è nelle piantagioni sovraccariche, così come durante le forti fluttuazioni di temperatura.

Le piante malate possono essere riconosciute da macchie caratteristiche sulle foglie inferiori. Prima compaiono, poi si seccano e cadono. I pomodori diventano scuri, ricoperti di punti neri. Ciò che è particolarmente pericoloso è che questo fungo può persistere nel terreno, sugli attrezzi e anche sulle superfici interne della serra.

Quando la malattia inizia a diffondersi, è possibile evitare le sostanze chimiche e utilizzare metodi tradizionali collaudati nel tempo.

Ecco alcune ricette per proteggersi dalla peronospora:

  • 10 l. acqua, 1 l. kefir e 20 gocce di soluzione di iodio. Dopo alcune ore, tratta le piante.
  • 10 l. acqua, 20 g di sapone, 3 cucchiai. cucchiai di soda. Spruzzare settimanalmente.
  • 1 litro siero di latte, 35 g di lievito secco. Dopo cinque ore, iniziare a spruzzare a intervalli di 10 giorni.
  • Forare i gambi con filo di rame ad un’altezza di 10 cm può anche proteggere i pomodori dalle malattie dovute agli ioni rame. Questo metodo è adatto per piante sane e forti.