Press ESC to close

Il trucco per produrre cubetti di ghiaccio più velocemente

A volte, è quando hai più bisogno di cubetti di ghiaccio che ti rendi conto di aver dimenticato di riempire d’acqua le vaschette per i cubetti di ghiaccio. Anche se in alcuni casi questa situazione può essere innocua, può diventare particolarmente fastidiosa se hai ospiti inaspettati e vuoi servire loro delle bevande fredde. Fortunatamente, ci sono alcuni suggerimenti che ti permettono di produrre rapidamente cubetti di ghiaccio senza aspettare che l’acqua si congeli. Ti diciamo di più.

Un cubetto di ghiaccio, chiamato anche cubetto di ghiaccio dai canadesi, viene generalmente utilizzato per raffreddare bevande o cocktail. Per preparare i cubetti di ghiaccio per un aperitivo con gli amici o in famiglia, generalmente si mette la vaschetta per i cubetti di ghiaccio nel congelatore. Grazie all’azione del freddo, l’acqua congela nella vaschetta e basta sformare i cubetti di ghiaccio per gustare le bevande fredde. Alcuni investono in un tipo di macchina che produce grandi quantità di cubetti di ghiaccio per raffreddare immediatamente un cocktail o una bevanda. Ma se sei uno di quelli che non esitano ad affidarsi a consigli innovativi, scopri un modo impressionante per produrre velocemente cubetti di ghiaccio.

Quanto tempo ci vuole per ottenere l’acqua ghiacciata? 

Che si tratti di sorseggiare un cocktail, bere acqua fredda o succhi rinfrescanti di frutta e verdura, un mojito, frullati, succo di limone, succo di ananas o anche succo di fragola, abbiamo bisogno di cubetti di ghiaccio o di altro ghiaccio tritato. Per procurarsi cubetti di ghiaccio e concedersi aperitivi improvvisati con gli amici, a volte è necessario spendere molti soldi per procurarsi la migliore macchina per il ghiaccio sul mercato. Si stima che per ottenere cubetti congelati sia necessario  lasciare i cubetti nelle vaschette per cubetti di ghiaccio nel congelatore per tre o quattro ore . Questo ritardo, che può sembrare estremamente lento quando gli ospiti si presentano inaspettatamente, può essere abbreviato. Inoltre, se disponi di stampi per cubetti di ghiaccio in silicone, ciò dipenderà dalle loro dimensioni e dalla temperatura interna del tuo elettrodomestico. Inoltre, dovrai tenere conto del cibo a temperatura ambiente che hai nel congelatore.

Come possiamo congelare l’acqua più velocemente aumentando la superficie dell’acqua? 

Per il raffreddamento ad acqua che ti permetterà di congelare rapidamente, puoi optare per un  contatto ottimale tra gli stampi o le vaschette per i cubetti di ghiaccio e l’aria fresca del congelatore . Se non disponi di una vaschetta o di uno stampo per il ghiaccio, puoi utilizzare i sacchetti. Basta prenderne uno e riempirlo lentamente con acqua fredda. Quando il sacchetto è pieno, capovolgetelo in modo che la valvola si chiuda e l’acqua non possa defluire. Riponetela poi in freezer a raffreddare. Se vuoi congelare diversi litri d’acqua, opta per più sacchetti e utilizza lo stesso metodo per ottenere dei cubetti di ghiaccio originali. Tuttavia, per preparare i cubetti di ghiaccio non è necessario mettere la vaschetta in frigorifero diverse ore prima. In realtà possiamo  produrre diversi cubetti di ghiaccio in soli 120 minuti , spiega il sito specializzato  Ice prod . In due ore si può avere una notevole capacità produttiva di cubetti di ghiaccio grazie a quello che viene chiamato effetto Mpemba.

Cos’è l’effetto Mpemba? 

L’effetto Mpemba è un fenomeno infallibile che permette di produrre rapidamente cubetti di ghiaccio grazie ad un sorprendente sistema di raffreddamento. Per fare questo, la regola è usare acqua calda. Infatti, il calore latente dell’acqua può indurre una più rapida solidificazione dell’acqua, dovuta ad un’accelerazione del processo di evaporazione. L’effetto Mpemba è un trucco che prende il nome dall’uomo che lo ha inventato, uno studente tanzaniano di nome Erasto Mpemba. L’effetto Mpemba è noto anche come “paradosso Mpemba”, poiché  l’acqua calda utilizzata deve assolutamente raggiungere una temperatura più bassa affinché  avvenga il congelamento . Alcuni sostengono che questo fenomeno fosse noto fin dall’antichità e che sia stato riscoperto dallo studente tanzaniano che porta il suo nome. Per sottolineare questo suggerimento, Erasto Mpemba ha notato per la prima volta durante le sue lezioni di cucina che il suo latte caldo, messo nel congelatore, si trasformava in gelato più velocemente rispetto a quando usava il latte freddo.

Perché l’effetto Mpemba funziona davvero? 

Per quasi cinquant’anni gli scienziati hanno cercato di capire come funziona l’  effetto Mpemba  . Due studi pubblicati nell’estate 2020 hanno contribuito a chiarire  questo mistero che divide gli scienziati dal 1969 . Il metodo Mpemba consente di produrre cubetti di ghiaccio espressi utilizzando acqua calda. In una pubblicazione sulla rivista  Nature , gli scienziati hanno affermato che questo processo non è limitato solo all’acqua, ma  potrebbe  estendersi a qualsiasi sistema che si raffredda improvvisamente . Nel settembre 2020, Henry Burridge dell’Università di Cambridge ha pubblicato  un’osservazione sorprendente sulla rivista Proceeding of the royal society . Secondo lui, l’effetto Mpemba funziona solo se il contenitore in cui viene posta l’acqua calda ha pareti interne più ruvide che facilitano l’inizio dell’organizzazione delle molecole d’acqua in cristalli, passo essenziale nel congelamento. Secondo alcuni, la spiegazione più logica sarebbe che l’acqua calda in superficie si raffredda prima di diventare densa. Poi affonda, permettendo all’acqua sottostante di raffreddarsi a sua volta. Pertanto,  le correnti di convezione accelereranno il raffreddamento dell’acqua . Per  Chang Sun  dell’Università di Singapore l’effetto Mpemba è dovuto al  legame idrogeno che si forma e si deforma tra le molecole d’acqua . Questo legame sarebbe responsabile della coesione del liquido e consentirebbe di immagazzinare energia in modo atipico quando l’acqua viene riscaldata o bollita. Inoltre, altri credono che  l’acqua fredda contenga più gas disciolti, rendendo il suo sistema di raffreddamento più lento .

Tuttavia, nonostante gli esperimenti condotti su questo argomento, persistono punti di vista divergenti e ipotesi controverse. I ricercatori non sono d’accordo sulle ragioni che possono spiegare come funziona l’effetto Mpemba e  alcuni puntano ad  un mito che non ha basi scientifiche .

Come utilizzare un produttore di ghiaccio per produrre cubetti di ghiaccio più velocemente? 

Quando ricevi i tuoi ospiti per un ricevimento o un aperitivo inaspettatamente e ti dimentichi di congelare preventivamente i cubetti di ghiaccio, puoi ritrovarti in una situazione delicata, soprattutto durante il periodo estivo. Molte persone, infatti, preferiscono accompagnare il pasto con una bevanda fresca. Tuttavia, per ottenere diversi blocchi di ghiaccio e raffreddare in poco tempo il tuo whisky, la tua tequila, la tua vodka o i tuoi succhi di frutta,  potrebbe essere necessario acquistare un produttore di ghiaccio . Esistono diverse macchine che producono rapidamente cubetti di ghiaccio trasparenti, eppure per alcuni l’acquisto di una macchina può essere un vero percorso a ostacoli. Scegliere la dimensione e valutare la capacità del serbatoio, del filtro dell’acqua, del dispenser di ghiaccio o anche il numero di chili di cubetti di ghiaccio che si possono ottenere sono tutti elementi da tenere in considerazione. Inoltre, un produttore di ghiaccio può presentare  diversi vantaggi e svantaggi di cui tenere conto . È fondamentale leggere la documentazione tecnica di ciascuna macchina per comprenderne appieno il funzionamento. Come indica la società  Ice Prod , alcune macchine possono produrre fino a 500 chili di cubetti di ghiaccio in 24 ore. Scopri gli elementi che compongono un produttore di ghiaccio:

  • Il serbatoio dell’acqua 

Il serbatoio dell’acqua è il contenitore che contiene la riserva d’acqua necessaria per produrre i cubetti di ghiaccio. A seconda del modello, il livello di acqua che la macchina può trattenere varia. Questo serbatoio è talvolta dotato di un filtro dell’acqua che consente di produrre cubetti di ghiaccio professionali.

  • L’evaporatore di refrigerazione

Si tratta spesso di tubi di rame che consentono la propagazione di un liquido refrigerante. L’evaporatore permette il raffreddamento del liquido a contatto.

  • La muffa 

Lo stampo è spesso in plastica ed è costituito da una serie di celle. Questo elemento ti permette di definire la forma finale dei cubetti di ghiaccio che otterrai. Per ottenere cubetti di ghiaccio perfetti, dovrai scegliere la dimensione più adatta ai tuoi gusti.

  • Il cestino o la riserva

Il contenitore o riserva è generalmente in acciaio inox e si trova sotto la macchina. Permette di raccogliere e conservare i cubetti di ghiaccio una volta completato il ciclo produttivo. Le sue dimensioni dipendono dal volume di produzione della macchina.

Dopo aver conosciuto gli elementi che compongono una macchina per il ghiaccio, dovresti sapere che esistono vari modi per produrre cubetti di ghiaccio:

  • Produzione con acqua statica
  • Produzione in esaurimento
  • Produzione ad iniezione d’acqua 

I produttori di ghiaccio raffreddati ad acqua funzionano mediante iniezione d’acqua. Questo metodo ha un ciclo produttivo base che permette di realizzare cubetti di ghiaccio. L’acqua immagazzinata nella riserva idrica viene pompata prima di essere inviata agli irrigatori. Questi vengono posti sotto lo stampo della macchina e permettono all’acqua di proiettarsi verso l’alto contro lo stampo. Essendo lo stampo raffreddato dall’evaporatore posto sopra, la forza di proiezione permette di solidificare l’acqua che poi si compatta assumendo la forma dello stampo.

Dopo il congelamento la temperatura di evaporazione raggiunge i -25°C. Un termostato situato tra due file di celle registra una temperatura del cubetto di ghiaccio di -18°C. Pertanto, funziona un ritardo temporale che consente di finalizzare la produzione di cubetti di ghiaccio. Trascorso il tempo di ritardo, il ciclo di sformatura inizia con il versamento dell’acqua nello stampo. Quindi, il cubetto di ghiaccio si forma e finisce nel contenitore. L’acqua che non riesce a solidificarsi ricade nella vasca e viene riciclata dalla pompa prima di essere proiettata sull’evaporatore.

Consigli per rinfrescare le vostre bevande

  • Ricordatevi di riporre i bicchieri o la vostra caraffa in frigorifero qualche minuto prima di servire le bevande. Questi rimarranno freschi più a lungo.
  • Avvolgi la bottiglia contenente la bevanda con un panno umido.
  • Durante un picnic in spiaggia o in riva al lago, immergi la bottiglia in un punto d’acqua