Delizioso da spalmare, perfetto per addolcire le pietanze, ottimo aiuto contro mal di gola e raffreddore, ingrediente magico delle maschere di bellezza per il viso… Di un bel colore giallo dorato, usato in cucina, in medicina e nella cosmesi, i suoi benefici non sono più da dimostrare. Come avrete capito si tratta del miele, questo miracoloso ingrediente naturale da avere assolutamente in casa. Ma quando viene conservato, a volte tende a cristallizzare e diventare duro, il che lo rende meno facile da usare. Ecco un ottimo trucco per ripristinare la sua consistenza liquida.

Chi non ha mai avuto la spiacevole sorpresa di trovare il proprio vasetto di miele tutto duro in fondo all’armadio? E ovviamente non si tratta di immergerci il cucchiaio… Non preoccuparti se il tuo miele è diventato solido, è solo che si è cristallizzato. Ecco come renderlo liquido in pochi minuti.

Perché il miele si indurisce?

Il miele è un alimento naturale prodotto dalle api dal nettare dei fiori. Non perdiamo di vista il fatto che se le api fanno il miele, non è per accontentare l’uomo ma per nutrire le sue larve e avere cibo per l’inverno nelle celle dell’alveare. Quindi deve poter essere conservato a lungo, motivo per cui si indurisce. Questo fenomeno si chiama cristallizzazione ed è un processo del tutto naturale che non danneggia affatto il prodotto. È anche una garanzia di autenticità !

Leggi anche:  Un cucchiaino di miele al giorno: gli incredibili effetti

Il miele, infatti, cristallizzerà più o meno velocemente a seconda dei fiori che sono stati utilizzati per realizzarlo. Più glucosio c’è in un miele,  più velocemente si indurisce, come nel caso del miele di erica o di colza. Al contrario,  più è ricco di fruttosio,  più rimane allo stato liquido come il miele di castagno, abete o acacia. La cristallizzazione è più o meno lenta ma è inevitabile per il vero miele. Se un miele non si è indurito dopo diversi mesi di conservazione, è sospetto.

Anche la temperatura di conservazione può svolgere un ruolo nell’indurimento. Più è basso, più velocemente si cristallizza il miele. Si consiglia quindi di conservare il miele a temperatura ambiente e di non metterlo mai in frigorifero. Devi sapere che le differenze di temperatura possono alterare la qualità del prezioso nettare.

miele nell'alveare

Un trucco geniale per far colare il miele

Lo avrete capito, se un miele si indurisce è piuttosto segno di qualità allora non buttatelo, ha ancoratante cose buone da portarvi . Ecco come renderlo nuovamente liquido senza alterarne il gusto e le proprietà nutrizionali:

1- Scaldate l’acqua in una casseruola per fare un bagnomaria che non superi i 35°/40°C, se non avete un termometro dovreste poterci immergere la mano senza scottarvi. Attenzione il peggior nemico del miele è il surriscaldamento!

2- Immergici il tuo barattolo con il coperchio aperto, lascialo per qualche minuto finché non diventa fluido. Puoi mescolarlo per accelerare il processo, ma delicatamente perché al miele non piace essere agitato…

3- Lasciar raffreddare gradualmente fuori dal fuoco, lasciando la pentola nella padella per non provocare shock termici. Chiudete il barattolo una volta che il miele si sarà completamente raffreddato perché essendo molto igroscopico potrebbe assorbire umidità e perdere qualità e sapore.

Un’altra tecnica per ottenere una bella consistenza sciropposa è mettere il barattolo di miele in un forno a raffreddare. Da evitare invece l’uso del microonde perché danneggerebbe il famoso prodotto dell’alveare.

Miele liquido

3 consigli per conservare correttamente il miele

Soprattutto è importante acquistare del miele di qualità, meglio se puro. Per preservarne le proprietà è fondamentale una buona conservazione. Ecco 3 consigli semplici ed efficaci consigliati dagli apicoltori:

Leggi anche: Cosa succede al tuo corpo quando mangi miele e aglio per 7 giorni

  • Preferisci i barattoli di vetro ermetici ai barattoli di plastica.
  • Conservare al riparo dalla luce in un luogo asciutto e chiudere sempre bene il barattolo perché i raggi UV e l’umidità degradano il prodotto.
  • Conservare a temperatura ambiente e non superare i 25°C. Non mettere in frigorifero.

Conservato in buone condizioni, il miele si conserva e può essere conservato per diversi mesi, anche diversi anni, senza alcun problema. Invece, a differenza di alcuni prodotti, non migliora nel tempo…

miele in barattolo

Grazie a tutti questi consigli, ora puoi  goderti il ​​tuo miele , le sue virtù e i suoi aromi con fiducia e nel tempo. E non dimenticare quando scegli il tuo miele, che non hanno tutti le stesse proprietà e le stesse consistenze e che sono i nettari floreali a fare la differenza.

Leggi anche:6 benefici scientificamente provati del miele