Chi possiede pollame sa che, in determinati momenti, è esposto a fattori nocivi e che, nella maggior parte dei casi, ne è sensibile. Tuttavia, lo sforzo è supportato dalla gioia di mangiare uova o carne pulite e di galline allevate a terra.

Come l’aceto di mele aiuta ad allevare i polli

Alcuni trattamenti chimici possono essere sostituiti con trattamenti naturali, questo è anche il caso dell’aceto di mele.

L’aceto di mele, grazie al suo contenuto di vitamine e minerali, nonché al suo effetto di miglioramento della digestione, è l’opzione naturale con cui possiamo aiutare i polli a rafforzare il loro sistema immunitario. Inoltre, è noto anche per alleviare i disturbi respiratori.

Nella maggior parte dei casi, l’aceto di mele viene utilizzato nei momenti più difficili, come quando fa caldo o quando vengono spostati dal loro posto abituale, aiutando ad aumentare di peso.

Come usare l’aceto di mele

Questo trattamento può essere utilizzato su polli, tacchini, anatre e persino piccioni. L’aceto non va messo in contenitori di metallo, ma in contenitori di ceramica o di plastica, ed è importante utilizzarne anche una piccola quantità.

L’aceto di mele può essere utilizzato solo nell’acqua da bere dei polli e non deve superare il 2% del suo contenuto. Quindi, per un litro d’acqua, usate 20 ml di aceto di mele. Una quantità maggiore potrebbe danneggiare gli uccelli.

Il trattamento può essere effettuato per 3-5 giorni al mese.

Il sistema immunitario dei polli può essere sostenuto, soprattutto in primavera, anche con l’aiuto di una ciotola di insalata e verdure che comprendano: prezzemolo, basilico, aneto e dente di leone. A loro possono essere aggiunti noci fresche, semi di girasole e persino bacche.

E un po’ di aceto di mele può essere messo sopra queste prelibatezze di pollo fresco .