L’umidità è la causa di diversi problemi in casa. Infatti, oltre a provocare lo sviluppo di muffe sulle superfici umide, come le pareti o le fughe del bagno, ne pregiudica la freschezza e la pulizia del bucato, anche se appena lavato. Inoltre, non è nemmeno consigliabile lasciare la biancheria umida nel cestello per tutta la notte dopo la fine del ciclo di lavaggio. Scopri perché.

Per abitudine o semplicemente per mancanza di tempo, alcune persone tendono a eseguire un ciclo di lavaggio la sera, prima di andare a letto. La biancheria rimane così tutta la notte nel cestello, dopo il lavaggio. Tuttavia, questa umidità stagnante del bucato può causare diversi inconvenienti ai tuoi vestiti.

Perché non dovresti lasciare il bucato in lavatrice durante la notte?

Mantenere la biancheria appena lavata nel cesto molto tempo dopo la fine del ciclo  porta alla crescita di batteri e muffe Questi infatti si formano in presenza di umidità e calore, e sono responsabili degli odori sgradevoli che permeano i vestiti. Detto questo, se quando togli i vestiti dalla lavatrice noti che hanno un cattivo odore,  non c’è bisogno di asciugarli.  Ciò significa che batteri e muffe sono cresciuti sul bucato e che dovrebbe essere lavato di nuovo,  senza usare troppo detersivo.  Per non consumare molta energia, optate per un ciclo breve, sufficiente peraltro ad eliminare i cattivi odori.

Leggi anche: L’oblò della lavatrice va lasciato aperto dopo il lavaggio? Una persona su due commette questo errore

cattivo odore di bucato

Suggerimento:  per eliminare efficacemente i cattivi odori dal bucato,  puoi utilizzare prodotti naturali e facilmente reperibili. Prendi in considerazione l’idea di mescolare un po’ di bicarbonato di sodio con il bucato prima di iniziare un ciclo di lavaggio o di versare un po’ di aceto bianco nel cestello. Oltre a neutralizzare i cattivi odori, questi deodoranti naturali  sono efficaci anche nell’ammorbidire il bucato,  grazie alla loro azione anticalcare.

Quando si può togliere il bucato dalla lavatrice?

Per avere un bucato fresco e profumato, è meglio estrarre i capi dal cestello  non appena il ciclo è terminato.  Tuttavia, se ciò non fosse possibile, è possibile  tenere il bucato per qualche ora  in lavatrice. Infatti, secondo l’Institute of Home Science di Whirlpool Corporation, i batteri responsabili dei cattivi odori iniziano a formarsi  quando si tiene il bucato per più di 8 ore.  Tieni presente, tuttavia, che i tuoi vestiti saranno freschi solo se li stendi subito dopo la fine del ciclo di lavaggio.

lavatrice001

Come evitare i cattivi odori sulla biancheria?

Oltre a non lasciare a lungo i panni umidi in lavatrice, ci sono altre cose da fare  per mantenere i capi puliti e freschi.  Si consiglia infatti di lasciare aperta la porta cesto dopo la fine di un ciclo, in modo da permettere  l’evaporazione dell’umidità. Lasciare la porta chiusa porta quindi allo sviluppo di batteri e muffe nel cestello. Detto questo, una lavatrice intasata riduce l’efficienza di lavaggio del bucato, e porta anche alla comparsa di cattivi odori. Da qui la necessità di pulire a fondo la lavatrice, non appena si renderà necessario. Puoi farlo versando l’aceto bianco nel cestello ed eseguendo un ciclo sottovuoto a 90°C. Oltre ad eliminare la muffa e ad assorbire i cattivi odori, l’aceto bianco  aiuta anche a disincrostare la lavatrice  eliminando i depositi di calcare.

Leggi anche: Perché mettere una spugna di lana d’acciaio una volta al mese in lavatrice? Il trucco intelligente che cambia tutto

Per evitare il bucato che ha un cattivo odore, è consigliabile anche asciugare bene i vestiti. Per fare ciò stendetele all’aria aperta,  facendo attenzione che non si tocchino tra loro,  in modo da velocizzarne l’asciugatura.

Detto questo, non lasciare a lungo la biancheria umida nel cestello ti aiuta a evitare che batteri e muffe intasino l’elettrodomestico e impregnano i tuoi vestiti di cattivi odori.

Leggi anche: Il tuo bucato avrà un buon profumo a lungo: basta aggiungere un ingrediente naturale in lavatrice