Quale modo migliore per illuminare i tuoi interni delle piante! Ma quando l’intensità della luce nel tuo interno è bassa, ti chiedi se sia possibile coltivare piante in casa! Sappi che ci sono piante d’appartamento che possono sopravvivere con poco sole. Scopri una selezione di 7 piante da interno che sopravvivono con poca luce.

Contrariamente a quanto si crede, non tutte le piante hanno necessariamente bisogno di luce per sopravvivere. Alcune piante possono vivere in un universo illuminato artificialmente come cantine o bagni. Per gli appassionati di giardinaggio e gli amanti delle piante verdi, abbiamo elencato 7 piante che possono illuminare i tuoi interni bui.

Quali sono le 7 piante d’appartamento che possono sopravvivere in condizioni di scarsa luminosità?

  1. Il Filodendro
filodredon

 

Parte della famiglia delle Araceae e originario dell’America centrale e meridionale, il filodendro è una pianta perenne sempreverde, ideale per la vita indoor. Non necessitando di essere posta in una stanza soleggiata, bisogna comunque aver cura di inumidire sempre leggermente il terreno per garantire un apporto idrico costante.

Leggi anche: Attenzione a questa pianta che può essere tossica: la usiamo tutti per insaporire i piatti

  1. Felce capelvenere
felce capelvenere

 

Le felci di capelvenere hanno foglie a forma di ventaglio. Essendo piante che crescono su pareti rocciose o tra fessure rocciose, il capelvenere, sono le piante da interno più apprezzate e amate, e non necessitano di esposizione alla luce solare diretta. Per non parlare del fatto che crescono relativamente lentamente, impiegando fino a tre lunghi anni per raggiungere la taglia adulta.

  1. Felce di Boston
felce boston1

 

La Felce di Boston teme il sole che potrebbe  bruciarne le foglie . Apprezza una luce soffusa che lo rende un partner ideale nei tuoi interni bui e poco illuminati. Tuttavia, devi prendertene cura se vuoi che la tua convivenza sia un grande successo. Infatti la felce di Boston richiede il rinvaso ogni anno a marzo in un vaso più grande del precedente. Usa una miscela di terriccio e terriccio di erica, aggiungendo compost a beneficio delle tue piante.

  1. La Calatea
calathea

 

Originaria del Perù e dell’Ecuador, la Calathea è una pianta da interno che dona vivacità e valorizza i tuoi interni grazie al suo magnifico fogliame. E tanto da dire che avrai la scelta vista la moltitudine di varietà esistenti. Tieni presente, tuttavia, che sebbene sia facile da mantenere, un passo falso può rovinare la tua Calathea. Tollera infatti la luce ma non sopporta l’esposizione diretta al sole. Optate invece per un luogo con poca luce e una temperatura tra i 18° e i 22°c. Infine, se scegli di acquistare una Calathea, ricorda che è necessario effettuare quotidianamente, anche a giorni alterni, una nebulizzazione fine del suo fogliame in modo che mantenga la sua eleganza e il suo colore naturale e che eviti di  seccare  .

  1. La Maranta (Pianta della preghiera)
maranta

 

L’arrowroot deve il suo nome al medico e botanico Bartolomeo Maranta. Soprannominata la “pianta della preghiera” per via delle sue foglie che si alzano al calar della notte, formando così l’illusione del gesto delle mani durante una preghiera, questa pianta d’appartamento è sicuramente una delle più estetiche per sublimare la vostra casa o il vostro appartamento. Qualcosa per deliziare gli occhi e la mente senza dimenticare che aiuta a purificare l’aria.

  1. La Peperomia
peperomia

 

Le piante tropicali hanno decisamente dominato questa selezione. Anche dal Sudamerica ma non solo! Peperomia cresce anche nelle Indie Occidentali. Insomma, apprezza particolarmente le foreste umide. Ma niente paura, questa pianta di ineguagliabile bellezza è in grado di sopravvivere in un ambiente meno umido purché non sia esposta a una forte luce solare. La sua fioritura può avvenire durante tutto l’anno e ci delizia per le sue varie e variegate forme oltre che per i suoi colori che vanno dal verde scuro al verde brillante passando per il verde argentato impreziosito dal viola.

Ma ciò che rende Peperomia perfetta per i tuoi interni è la sua facilità di coltivazione senza esposizione diretta al sole.

Leggi anche: Il trucco geniale per far crescere velocemente le tue piante

  1. L’orchidea
orchidee1

 

Questo elenco non sarebbe completo se non citassimo le Orchidaceae, comunemente chiamate Orchidee. Queste piante da fiore sono piante ornamentali che stupiranno i tuoi ospiti. Al diavolo le piante artificiali. Con fiori naturalmente dai colori vivaci, le orchidee sono particolarmente apprezzate dagli appassionati di botanica. C’è un’estrema bellezza e poesia nel modo in cui i colori si fondono perfettamente tra loro. Lo sentirai in tutti i blog di influencer della natura che consigliano l’acquisto di un’orchidea per liberare il tuo interno dal suo lato noioso e triste. Li troverai sia nei vivai che dal tuo fiorista abituale.

Per concludere, questa selezione non è chiaramente esaustiva poiché ci sono molte altre piante che potrebbero adattarsi ai tuoi interni bui. Non è difficile prendersi cura di queste piante. Se non avete il pollice verde, ricordate che l’esposizione diretta al sole può essergli fatale e che è importante mantenere sempre un terreno umido per un’idratazione continua.

Leggi anche: Versalo sui tuoi gerani e fioriranno subito: saranno rigogliosi come sempre