I fiori offrono un fascino singolare, una freschezza colorata e un vero tocco lussureggiante al tuo giardino. Ma per ottimizzare la loro crescita e mantenere la loro longevità, hanno bisogno di una panoplia di cure adattate e di nutrienti adeguati. Non devi applicare costantemente ingredienti chimici che purtroppo inquinano l’ambiente. Perché non scommettere su un’alternativa più sana ed ecologica? Ecco una selezione di fertilizzanti naturali che aiuteranno i tuoi fiori a fiorire in sicurezza!

Quali sono i migliori fertilizzanti per il tuo giardino?

I fertilizzanti industriali e chimici non sono necessariamente la soluzione migliore per ottenere piante belle, sane e resistenti. Al contrario. Nonostante la loro comprovata efficacia nel favorire la loro crescita, questi prodotti artificiali sono noti anche per i loro effetti dannosi e aggressivi. Tuttavia, con ingredienti naturali, puoi avere risultati altrettanto soddisfacenti, o anche di più. Per coltivare fino al doppio dei fiori all’aperto, non c’è niente come un fertilizzante organico naturale che rispetti i tesori di Madre Natura. Come bonus, probabilmente hai già tutto ciò di cui hai bisogno a casa!

  • Il riso, fonte inesauribile di benefici per le piante
riso bianco

 

A cominciare dal riso bianco. Molte persone non lo conoscono, ma è un ottimo fertilizzante naturale per le tue piante. Infatti, questo alimento, consumato in tutto il mondo, è ricco di amido, carboidrati e vitamina B, il che lo rende un’ottima fonte di nutrienti per le piante. Ma non solo: contiene anche minerali come azoto, fosforo, magnesio e potassio, sostanze ideali per favorire la crescita e la fioritura delle piante.

Leggi anche:Come fare il diserbante con l’aceto bianco?

Come preparare questo  concime naturale   a base di riso bianco crudo? Idealmente, cerca di ottenere fagioli non trattati, cioè senza l’aggiunta di additivi o conservanti. Ecco i passi da seguire:

  • Versare 100 g di riso in un recipiente e aggiungere 1 litro d’acqua.
  • Mescolare bene e lasciare in ammollo per circa 24 ore. Questo permetterà al riso di rilasciare tutti i suoi nutrienti nell’acqua, che verranno poi utilizzati sulle piante.
  • Trascorso questo tempo, il riso avrà una consistenza tenera. Mescolare ancora e filtrare attraverso un setaccio. Anche se è il liquido che ci interessa, non sprecherai nulla: puoi utilizzare i chicchi come fertilizzante organico naturale, applicandolo al terreno per creare un substrato nutriente che farà crescere le piante più velocemente e più sane . Come bonus, l’aggiunta di chicchi di riso migliorerà l’effetto benefico del fertilizzante liquido.
  • L’acqua di riso è ora pronta per l’uso: tuttavia, prima di utilizzarla, è consigliabile diluirla in acqua (1 bicchiere di concime per 10 litri di acqua). Una volta effettuata l’operazione, potete versarlo sul terreno intorno alle piante o sulle foglie, in base alle esigenze di ogni pianta.

Buono a sapersi  : si consiglia di utilizzare questo concime naturale a base di riso bianco ogni due settimane, per ottenere piante vigorose e una fioritura abbondante.

  • Fondi di caffè per abbellire il tuo orto
Fondi di caffè su un piatto

 

Buttavi via   i fondi di caffè dopo l’uso? Peccato, perché questo prodotto, spesso sottovalutato, può fare miracoli nel tuo giardino. Ricco di azoto, zolfo e fosforo, funge da fertilizzante ideale per nutrire le tue piante. Si noti che il processo di tostatura scompone completamente le proteine ​​vegetali, ma i nutrienti delle piante vengono in gran parte trattenuti nei prodotti di degradazione. Come usarlo come fertilizzante? Non vale la pena andare in giardino con un solo filtro usato e cospargerlo intorno alle piante. La cosa migliore è metterlo in un secchio e conservarlo in un luogo asciutto ma ventilato. Per aiutarlo ad asciugare più velocemente, appendi un setaccio a maglie fini per prevenire la formazione di muffe. Una volta asciutto, cospargere alcune manciate intorno alle radici di ogni pianta.

Leggi anche: Come usare la cannella per proteggere le piante d’appartamento da insetti e muffe?

Qual è il momento migliore per concimare il giardino?

È durante il periodo della loro crescita che le piante beneficiano maggiormente dei benefici dei fertilizzanti. Pertanto, il momento migliore per concimarli è all’inizio della primavera, quando emergono dalla dormienza. Ma ricorda, ognuno ha esigenze di fertilizzanti individuali uniche. Le piante amanti degli acidi come azalee, mirtilli, camelie, ortensie e rododendri preferiscono soprattutto un pH del terreno più acido per assorbire i nutrienti. Le piante da fiore o da frutto hanno bisogno di più fosforo per aiutare a stimolare la crescita di gemme, frutti e fiori.

Dove trovare l’azoto naturale?

Le fonti organiche più ricche di azoto sono: letame, parti animali macinate e farina (farina di soia o farina di semi di cotone). La concentrazione di azoto nel letame varia a seconda del tipo di animale, ma anche dell’età del letame e del modo in cui è stato immagazzinato. Per quanto riguarda le carcasse animali e le farine di semi, poiché subiscono un trattamento speciale, hanno generalmente un’altissima concentrazione di azoto.

Leggi anche:Come innaffiare una poinsettia? La maggior parte delle persone non lo sa e lo distrugge prima di Natale