Sei un appassionato di giardinaggio e vuoi concimare le tue piante in modo naturale e sostenibile? Niente panico, abbiamo quello che ti serve! Scopri in questo articolo i metodi più ottimali per concimare le tue piante senza prodotti chimici. Impara come creare il tuo fertilizzante naturale e dai alle tue piante tutti i nutrienti di cui hanno bisogno!

Come fare un fertilizzante fatto in casa per una fioritura abbondante?

Un uomo che tiene la sporcizia nelle sue mani

 

Per mantenere le piante in ottima salute, prodotti come fertilizzanti e simili possono essere acquistati direttamente nei negozi di piante specializzate. Per fare in modo che crescano, fioriscano e diano bei frutti in pochissimo tempo, puoi anche preparare prodotti fatti in casa con ingredienti presi dalla credenza!

Un certo numero di ricette di fertilizzanti naturali richiedono l’uso di banane  che hanno un notevole effetto sulle piante.

Leggi anche: Innaffia le tue piante con l’acqua della lavatrice: molti giardinieri lo stanno facendo, il motivo è ottimo

Poiché questo frutto è ricco di potassio e molti altri nutrienti, il risultato sulle tue piante è sempre interessante.
Questo accorgimento va utilizzato per innaffiare le piante, sia quelle in vaso che quelle da giardino. È particolarmente efficace per peperoni, piante grasse, orchidee e ortensie ed è di grande interesse per tutti i tipi di piante. Il trattamento va ripetuto ogni 15 giorni, soprattutto in estate, poi una volta al mese in inverno e in autunno.

Fertilizzante naturale a base di bucce di banana

  1. Avrai bisogno di 5 bucce di banana
  2. Quindi tagliare le bucce a pezzetti su un tagliere.
  3. Riempire una casseruola con acqua, portarla a ebollizione, quando bolle, aggiungere le bucce e far bollire per 15 minuti.
  4. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare all’interno della padella. Una volta fredde, le bucce possono essere mescolate con l’acqua di cottura.
  5. Infine, filtrare il composto e versarlo in una bottiglia di plastica che può essere conservata. Il composto liquido può essere utilizzato per annaffiare le piante in qualsiasi momento.

Potete utilizzare anche la preparazione a freddo che è ancora più semplice: basta mettere le bucce di banana in un secchio d’acqua e lasciarle macerare per 48 ore. Trascorso questo tempo, il liquido risultante può essere utilizzato per annaffiare le piante quando necessario.

Puoi anche usare un altro trucco, quello dei fondi di caffè che è un fertilizzante naturale per le piante. Il compostaggio dei fondi di caffè è semplice come gettare i fondi di caffè usati sul cumulo di compost. I filtri del caffè usati possono anche essere compostati.

Quali sono i vantaggi dei fertilizzanti naturali?

Ecco i principali vantaggi dei fertilizzanti naturali:

  • Fertilità del suolo : i fertilizzanti naturali bilanciano l’ecosistema del suolo invece di disturbarlo, questo suolo rimane fertile a lungo termine.
  • MIGLIORE SALUTE PER LE PIANTE : Aumentano la salute delle piante in modo naturale.
  • Nessun ingrediente artificiale : non devi preoccuparti di aggiungere ingredienti artificiali al terreno.
  • Qualità del compostaggio : puoi decomporre la materia organica per un processo di compostaggio di qualità. La decomposizione può seguire la strada giusta senza intervento chimico.
  • Miglior risultato con buoni nutrienti : ottieni nutrienti lentamente ma in modo sostenibile.
  • Rafforzare il sistema immunitario del suolo e delle piante : rendono le colture più resistenti alle avversità.
  • Processo semplice : i fertilizzanti naturali possono essere facilmente preparati a casa.

I 7 migliori fertilizzanti naturali

 

Quali sono i vantaggi dei fertilizzanti azotati naturali?

I fertilizzanti azotati sono quelli in cui l’azoto oi suoi derivati ​​​​sono presenti nella loro composizione.

I fertilizzanti azotati vengono utilizzati per garantire la crescita delle piante e promuovere anche la struttura cellulare.
Una delle caratteristiche più importanti di questo prodotto è la sua capacità di stimolare la crescita vegetativa.
La composizione dei fertilizzanti azotati ne consente l’applicazione come fertilizzante di base o come fertilizzante di copertura in molte colture. Questi devono essere distribuiti e applicati in quantità adeguate affinché il raccolto abbia una buona resa.

Leggi anche: 3 piante da interno che portano fortuna. È bello averli nel 2023 per un anno prospero

Quali sono i vantaggi dei fertilizzanti ad alto contenuto di potassio?

Il fertilizzante di potassio è un ottimo consiglio per molte piante, alberi e prati. Tuttavia, ci sono alcune piante che non dovrebbero ricevere fertilizzante di potassio come ortensie, azalee e rododendri.

Quando è consigliabile concimare le piante verdi da interno?

piante da interno 1

 

A fine inverno con la ripresa vegetativa primaverile. È proprio in questo periodo, tra marzo e aprile, che c’è un buon momento per concimare piante da interno così come piante da esterno in vaso o in piena terra, arbusti da fiore o da frutto in giardino, orto. Ogni pianta ha bisogno del suo fertilizzante specifico.
Alcuni fertilizzanti agiscono immediatamente, altri hanno un’azione lenta e graduale. I liquidi o le polveri solubili, disciolti in acqua e versati sul terreno, vengono assorbiti nel giro di pochi giorni.

Leggi anche: Come proteggere le piante in inverno? Un giardiniere esperto ha rivelato questi 4 suggerimenti