Le piante verdi da interno sono facili da curare, ma a volte iniziano a indebolirsi e ad appassire. Poi si sviluppano sempre meno e la loro fioritura cessa. Se la tua pianta d’appartamento subisce la stessa sorte, sappi che ha bisogno di nutrienti per rafforzarla e stimolarne nuovamente la crescita. Scopri come rinvigorire le tue piante d’appartamento con gli ingredienti naturali che hai in cucina.

Per avere delle belle piante da interno non basta annaffiarle o tenerle in un luogo luminoso, ma bisogna anche proteggerle dai parassiti che le devastano e fornire loro i nutrienti essenziali per una buona crescita. Per questo, usa  gli ingredienti che hai in cucina  !

Come rinvigorire le piante con ingredienti naturali?

  • cannella
cannella

 

La cannella ha efficaci proprietà antimicotiche e antibatteriche per proteggere le piante dai funghi. Le giovani piante, infatti, sono generalmente fragili e quindi  possono essere esposte a malattie crittogame causate da funghi.  Per proteggere le tue piante dai funghi, basta cospargere un cucchiaino di cannella sul terriccio.

Leggi anche: 20 piante da interno ideali per stanze poco illuminate

Questa spezia è utile anche per le talee. Per riprodurre una pianta, le talee sono solitamente un’opzione, così come il seme. Ma spesso abbiamo bisogno di un ormone radicante per  favorire l’attecchimento del frammento di fusto che si è staccato dalla pianta madre.  Per questo, puoi usare la cannella che agisce come un ormone radicante naturale. Basta mettere un po’ di polvere di cannella sullo stelo rimosso prima di ripiantarlo in un vaso o nel terreno.

  • Buccia di cipolla
buccia di cipolla

 

Per proteggere le tue piante dai parassiti che le devastano, considera di preparare una macerazione delle bucce di cipolla. Questo repellente naturale è efficace contro afidi e acari. Per fare questo versate in un recipiente colmo di bucce di cipolla, un litro di acqua di sorgente, non calcarea e lasciate riposare per una notte. Quindi fai bollire la miscela per 20 minuti, lasciala raffreddare e filtrala. Trasferisci la tua soluzione in uno spray e spruzza sul fogliame delle tue piante d’appartamento.

Le bucce di cipolla servono anche come fertilizzante organico. Ricca di potassio, calcio, magnesio e ferro, la buccia di cipolla non solo fertilizzerà le tue piante, ma  rafforzerà anche i loro steli e rafforzerà la loro resistenza alle malattie.

  • tè verde
tè verde

 

Il tè verde è un fertilizzante naturale che mantiene le piante sane e  ne migliora la fioritura.  Fornisce infatti al terreno nutrienti essenziali per la crescita delle piante come magnesio, azoto, potassio e fosforo.

Per preparare un fertilizzante liquido, immergi le bustine di tè verde nell’acqua per alcune ore e usa questo infuso per annaffiare le tue piante.

Se hai già usato le bustine di tè,  riciclale per usarle come fertilizzante.  Per fare ciò, rimuovi l’etichetta e la clip dalla bustina di tè e lasciala cadere direttamente nel terreno. Quindi innaffia la tua pianta.

Considera anche  di concimare le tue piante usando il pacciame di tè verde.  Per fare questo, apri una bustina di tè verde usata e spargi il suo contenuto sul terriccio come pacciame. Puoi fare lo stesso con le foglie di tè verde che usi per preparare le tisane.

  • Zucchero
zucchero

 

Se la tua pianta inizia ad ingiallire per mancanza di sole, soprattutto in inverno, ravvivala con questo trucchetto della nonna. Cospargi il terriccio con un po’ di zucchero e innaffia la tua pianta come al solito. Puoi anche mescolare lo zucchero con i fondi di caffè,  che è anche un fertilizzante naturale. 

Di quali nutrienti hanno bisogno le piante per rimanere verdi?

Affinché la tua pianta rimanga verde e cresca sana, ha bisogno di acqua, luce, ma anche di nutrienti importanti come azoto, fosforo e potassio. La pianta trae dal terreno anche altri minerali necessari alla sua crescita, ma in quantità minori, come il calcio o lo zolfo.

Detto questo, aggiungendo fertilizzanti alle piante, forniamo loro i nutrienti di cui hanno bisogno per la loro crescita.

– Fosforo:  favorisce lo sviluppo dell’apparato radicale delle piante e ne stimola la fioritura o la fruttificazione;

– Azoto:  è il fertilizzante per la crescita per eccellenza. Favorisce lo sviluppo del fogliame e delle parti aeree della pianta. Se noti che la tua pianta cresce lentamente o che le sue foglie sono di colore giallastro o verde chiaro, significa che manca di azoto;

Leggi anche: Quali piante d’appartamento sono velenose per i gatti?

– Potassio:protegge la pianta dal gelo , e ne  rafforza la resistenza alle malattie e ai parassiti che la devastano. Il potassio inoltre aiuta la pianta ad assimilare i nutrienti che riceve dal terreno, oltre a favorire la circolazione della linfa.

Con semplici ingredienti che puoi trovare nella tua cucina, potrai ravvivare le tue piante da appartamento appassite, stimolandone la crescita e la fioritura.

Leggi anche: Conficcare le unghie in un limone: il trucco preferito per salvare le piante del mio giardiniere