Press ESC to close

Perché gli chef mettono una fetta di limone nel vasetto di senape?

Come il ketchup, la senape è una delle salse più apprezzate al mondo. È difficile gustare le patatine fritte senza immergerle in un po’ di senape. Questo condimento giallo ha l’arte di esaltare tutti i nostri piatti. Immagina un hot dog senza questo piccolo tocco piccante, sarebbe molto insipido, giusto? Utilizzata come base per numerose vinaigrette e salse culinarie, la senape ci delizia con la sua consistenza cremosa, il suo aspetto morbido e il suo gusto inimitabile. A volte agrodolce, medio-forte o extra-forte, il suo sapore rimane in bocca ed è diverso da qualsiasi altro. Ma sai come conservarlo bene per preservare tutte le sue proprietà uniche? Ecco un piccolo consiglio che ti sarà particolarmente utile!

Preparata a partire dai semi macinati o interi di una pianta della famiglia delle Brassicaceae, la senape è uno dei condimenti più famosi nelle cucine di tutto il mondo. La storia del suo utilizzo culinario inizia più di cinquemila anni fa in India. Apparirà molto più tardi in Europa e diventerà presto popolare in Francia, dove nascerà la famosa senape di Digione, quella che oggi consumiamo di più. Se li mangi regolarmente, questo consiglio per la conservazione ti interesserà sicuramente!

Perché fa bene mettere una fetta di limone nel vasetto di senape?

Fette di limone

L’arte culinaria prevede tecniche e metodi tramandati dagli Chef più esperti, di generazione in generazione. Per riuscire nelle loro ricette, gli specialisti utilizzano spesso consigli sorprendenti, meno conosciuti al grande pubblico, per ottenere gusti squisiti. Ecco perché è sempre importante acquisire una serie di consigli utili che possano aiutarvi in  ​​cucina .

Oggi scopriremo questo semplice piccolo consiglio che farà la differenza. Perché molti cuochi hanno l’abitudine di infilare una fetta di limone in un barattolo di senape?

Come sapete, una volta aperto il barattolo, a contatto con l’aria, abbiamo sempre il timore che la senape perda i suoi benefici e non sia più gustosa come prima. Anche se ha una data di scadenza, non c’è mai la garanzia che rimanga intatto. La soluzione è ovvia: mettendo sopra una fetta di limone, si conserva più a lungo. L’acidità di questo agrume gli impedirà di annerirsi e ne conserverà il colore originale. Come bonus, la sua consistenza non si indurisce né si secca. Manterrà la sua consistenza liscia e cremosa. Questa tecnica, molto apprezzata dai grandi chef, merita di essere sperimentata con urgenza!

Come preparare la senape fatta in casa senza conservanti?

Un barattolo di senape

Vuoi risparmiare un po’ di soldi e preparare la tua salsa di senape? Ecco una ricetta deliziosa che delizierà i buongustai più esigenti.

Ingrediente:

  • 100 g di semi di senape (preferibilmente gialli)
  • 80 ml di aceto di sidro (di buona qualità)
  • Da 100 a 120 ml di acqua fredda
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di dragoncello (essiccato e grattugiato)
  • Un pizzico di pepe
  • 3 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaino di curcuma

Metodo di preparazione:

Mostarda

Mettete tutti gli ingredienti indicati in una ciotola di vetro capiente e copritela con pellicola trasparente. Non è necessario mescolare gli ingredienti durante il processo di preparazione. Se scegliete di conservare il composto in  frigorifero , lasciatelo macerare per 3 o 4 giorni. Mescolate poi il tutto fino ad ottenere una salsa di senape dalla consistenza omogenea.

Se trovi che la senape è troppo calda, puoi mettere acqua calda e aceto sui semi di senape. Se preferisci la versione con senape delicata, scotta prima i semi di senape prima di metterli sopra il resto degli ingredienti.

Buono a sapersi  : Molte persone pensano che quando si apre la senape sia necessario conservarla in un ambiente freddo affinché duri più a lungo. In verità, dovrebbe essere conservato da qualche parte a temperatura ambiente. Ma se preferite che il gusto di questa salsa sia molto fresco, allora potete continuare a conservarla in frigorifero.

Attenzione  : quando si vuole consumare la senape, è necessario utilizzare sempre un utensile pulito per l’uso del barattolo (coltello, forchetta o cucchiaio), per evitare contaminazioni di germi e deterioramento delle proprietà del condimento.