Il mese di marzo è favorevole per la preparazione delle piantine, poiché necessitano di un certo periodo di tempo per svilupparsi. La semina non è affatto un processo difficile, richiede solo pochi strumenti di base e un terreno di buona qualità.

In questo modo potrai avere piantine di pomodoro e cetriolo che hai coltivato da zero e la garanzia di prodotti puliti e di buona qualità.

Quando e come piantare piantine di cetriolo

I semi di cetriolo vengono seminati 40 giorni prima dell’effettiva semina delle piantine, necessitano di una temperatura del suolo di almeno 21 gradi Celsius. La maggior parte della semina viene effettuata verso la fine di marzo, inizio aprile.

Il primo passo, prima di piantare i semi, è disinfettare i vassoi o i vasi alveolari. Questo è importante per eliminare eventuali parassiti che potrebbero rimanere nei contenitori.

Si raccomanda che i semi provengano da commercianti autorizzati e siano conservati in condizioni ottimali prima della semina. È importante anche che il terreno venga trattato preventivamente, proprio per evitare lo sviluppo di funghi che possono compromettere la crescita delle piante.

I semi vengono piantati “a naso” verso il basso per favorire una germinazione molto migliore e più rapida, a 1-2 cm di distanza l’uno dall’altro e ad una profondità di 1,5-2,5 cm. Lo spazio in cui vengono conservate le vaschette deve avere una temperatura minima di 14 gradi Celsius, ma la temperatura ottimale è di almeno 21 gradi Celsius.

Dopo la semina, i semi possono essere annaffiati con uno spruzzatore per non spostarli dalla loro posizione originale. Possono essere coperti con pellicola (fino all’alba) e posizionati in uno spazio luminoso, ma non alla luce diretta del sole.

Le piantine vengono annaffiate ogni 2-3 giorni con acqua a temperatura ambiente e il grado di umidità ottimale è intorno al 75-80%.

Come e quando piantare le piantine di pomodoro

Le piantine di pomodoro necessitano di un periodo di 55-60 giorni prima della messa a dimora. La maggior parte delle semine viene effettuata all’inizio di marzo.

Il procedimento è simile a quello dei cetrioli, con piccole differenze che garantiranno una buona produzione. I vassoi vengono disinfettati e i semi vengono piantati a una distanza di 1 cm l’uno dall’altro. Dopo la semina, i semi vengono annaffiati con uno spruzzatore.

La temperatura ottimale è di 22-24 gradi Celsius, ma i pomodori germinano ad una temperatura minima di 10-12 gradi Celsius. Le piantine devono essere arieggiate quotidianamente per evitare lo sviluppo di muffe.

Le piantine di pomodoro si annaffiano ad intervalli di 3-4 giorni, al mattino. Il pH dell’acqua utilizzata per annaffiare le piantine in vaso dovrebbe essere compreso tra 5,5 e 6,5.