Press ESC to close

Potente diserbante: 11 consigli per eliminare le erbacce

Non sopporti più queste erbacce che danneggiano la salute del tuo giardino? Immaginiamo che tu sia stanco di andare in giro per farmacie per imbatterti in un potente diserbante, giusto? Fortunatamente, esistono soluzioni naturali migliori che promettono sia efficienza che risparmio: si tratta di preparare in casa il proprio diserbante naturale! Così, elimini le erbacce in completa autonomia beneficiando della sua azione rapida su piante indesiderabili o “erbacce pazze” come le chiamano i giardinieri. Interessato?

Si dice che le erbacce contaminano le erbe buone, quindi se noti che il tuo spazio verde manca di vita, considera prima di controllare se non è devastato da piante tossiche che richiedono un diserbo urgente, potente e radicale. Per fare ciò, alcuni prodotti naturali dimostrano un’efficienza irreprensibile che rivaleggia con quella degli erbicidi chimici. Allora, vorresti scoprire come preparare diserbanti potenti e definitivi? Ecco le ricette da conoscere!

Come realizzare potenti diserbanti a casa?

Erbacce

Le piante indesiderate o “spontanee” hanno una missione comune: rovinare il tuo giardino! Secondo l’Istituto di Ricerca Agronomica, ci sono quasi 5000 germogli in ogni m², sorprendente, puoi confermare? Peggio ancora, queste erbe tossiche non sono solo dannose per le erbe commestibili ma anche per la biodiversità: api, uccelli e insetti saranno privati ​​di una grande fonte di cibo.

Leggi anche: Rotazione delle colture: perché evitare di piantare pomodori e cipolle nello stesso posto?

Detto questo, per ovviare a questo fenomeno, evitiamo i fitofarmaci e ci dotiamo  di diserbanti fatti in casa che puoi preparare a tuo piacimento senza grattacapi. Ci rimbocchiamo le maniche e indossiamo il berretto da giardinieri professionisti… Forza, forza!

  1. L’acido acetico dell’aceto bianco

Il campione delle missioni impossibili? È ovviamente  l’aceto bianco ! Una soluzione acida multiuso che si è dimostrata valida nella pulizia e manutenzione della casa ma anche in giardino, soprattutto per eliminare le erbacce, grazie all’acido acetico che contiene.

Per usarlo nel diserbo, verrà utilizzato nel modo seguente:

  1. Si mescolano 5 litri di acqua con 200 ml di aceto bianco in un annaffiatoio con beccuccio;
  2. Innaffiamo le piante marce con questo diserbante naturale e aspettiamo che la magia funzioni;
  3. Le piante colpite appassiranno e ingialliranno e saranno pronte per essere sradicate!

Congratulazioni, hai brillantemente salvato il tuo giardino… Le belle piante sono tue!

  1. Bicarbonato di sodio

bicarbonato di sodio sull'erba

Vuoi potenziare l’efficacia del diserbante a base di aceto bianco? Non c’è niente di meglio del suo assistente:  il bicarbonato ! Questi due ingredienti fanno miracoli insieme con una sinergia più che proporzionale, motivo per cui faremo affidamento su questa risorsa per renderlo un erbicida forte e super efficace ! Niente potrebbe essere più semplice di:

  1. Aggiungere 500 g di bicarbonato alla ricetta precedente con le stesse proporzioni;
  2. Usa questa miscela per innaffiare a volontà le piante cattive;
  3. Torna dopo qualche giorno per strapparli via senza sforzo!

Si noti che è possibile cospargere direttamente il bicarbonato di sodio sulle erbacce, soprattutto nel caso di vialetti e terrazze.

  1. Sale

L’aceto bianco invita allegramente i suoi assistenti a sostenerlo in questa dura missione di diserbo. Indovina a chi tocca? Sicuramente dal   suo sale coadiuvante !  Aspetta allora:

  1. 200 g di sale vengono sciolti in 1 litro d’acqua;
  2. Aggiungere 100 ml di aceto bianco alla soluzione salina;
  3. Versiamo il tutto in un flacone spray e massimizziamo gli pschitt su tutte le piante sospette;
  4. Torniamo a tirare fuori le piante appassite e appassite per ripulire lo spazio verde e la giornata è finita!

Perché il sale? Perché provoca un aumento di ioni nella soluzione e quindi la pianta diventa incapace di assorbire acqua e si secca. Si sconsiglia invece l’utilizzo su terreni coltivati. Preferisci questa tecnica solo su vialetti di ghiaia e ciottoli disseminati di erbacce.

  1. detersivo per piatti

Decisamente, il detersivo per piatti è l’ingrediente da non perdere nella preparazione del diserbante domestico! Per una buona ragione, aumenterà la sua efficacia per competere con gli erbicidi chimici che eliminano rapidamente le erbacce. Per fare questo non è necessario alcun gioco di prestigio, basta aggiungere due cucchiai di detersivo per piatti a una delle ricette che abbiamo presentato in precedenza. Efficienza garantita!

  1. acqua di cottura degli alimenti

Imparando questo trucco, non getterete più  l’acqua di cottura di verdure , pasta e riso, ma la userete come diserbante naturale gratuito. A patto che venga versato caldo sui marciapiedi e sui sentieri ghiaiosi per evitare che le erbacce tossiche crescano e si sviluppino.

  1. cenere di legno

Niente più muschio che cresce sul bel prato! Questo problema viene risolto utilizzando la cenere di legno. Questo accorgimento è interessante nel senso che queste ceneri sono molto ricche di calcio , il che rende il terreno meno acido e quindi meno favorevole alla vita e allo sviluppo dei muschi.

  1. Acido pelargonico

Per combattere queste erbacce pazze e casuali, bisogna aggiornarsi rimanendo eco-responsabili, questo è il binomio garantito dall’utilizzo dell’acido pelargonico! Si tratta, infatti, di un materiale non tossico per l’uomo ma che deve essere utilizzato con molta attenzione a rischio di danneggiare la biodiversità. Ha un’azione e prestazioni veloci che è quella di tostare le foglie in così poco tempo. Tuttavia, tieni presente che devi evitare che i tuoi animali domestici ci camminino sopra per 6 ore e non seminare fino a dopo 72 ore. Inoltre, tieni presente che l’acido pelargonico non è selettivo, quindi fai attenzione a spruzzarlo solo su piante velenose.per proteggere i tuoi graziosi fiori aromatici e il tuo orto. ora sei ben informato…

  1. Pacciamatura

La tecnica della pacciamatura

Le erbacce amano presentarsi sul terreno dei fiori che hai coltivato con tanto amore e delicatezza. C’è però un altro modo per contrastarle: niente più diserbo e viva la pacciamatura! Bene, se non vuoi fare troppi sforzi per estirpare le piante cattive, prendi in considerazione un pacciame super efficace per proteggere i tuoi bei fiori. Ciliegina sulla torta: risparmierai anche sull’irrigazione.

Questa tecnica consiste infatti nel ricoprire il terreno con materiali vegetali, minerali o sintetici per proteggerlo da cattivi parassiti da un lato e per renderlo più estetico dall’altro. Chi dice di meglio?

  1. Il diserbo termico

Per il diserbo massiccio puoi affidarti al diserbante termico totalmente naturale e non dannoso per l’ambiente. Infatti, creerà uno shock termico sulle piante malate in questione che finirà per seccarle dopo solo pochi giorni. Il grande vantaggio è che ha un lungo manico removibile e quindi molto pratico se si opera in una grande area verde. Tuttavia, puoi tranquillamente alternare con un diserbante naturale se ne senti il ​​bisogno.

  1. Il tagliarami

I rovi sono l’incubo di un giardiniere e per sbarazzarsene seguono questi passaggi:

  1. Indossiamo i nostri abiti dedicati a questo tipo di diserbo senza dimenticare di indossare i guanti;
  2. Si tagliano a filo con un tagliarami;
  3. Bruciamo le radici versandoci sopra dell’acqua bollente, perché no l’acqua di cottura delle verdure o della pasta che ormai conoscete;
  4. Questa operazione si ripete fino a quando le piante cattive appassiscono;
  5. Strappiamo i residui di rovi e non esitiamo a bruciarli. La cosa è fatta!
  1. Letame di ortica

foglie di ortica

All’arco delle ortiche si aggiunge una nuova corda : prima erano usate come fertilizzante e ora come diserbante! Infatti, per sfruttare le loro virtù nell’operazione di sarchiatura, devono essere utilizzate come letame da preparare come segue:

  1. In un fermentatore, macerare 1 kg di ortiche in 10 litri di acqua per 3 o 4 giorni, mescolando regolarmente. È possibile riscaldare l’acqua per accelerare il processo di fermentazione;
  2. Le ortiche vengono mescolate con un bastoncino per far salire le bolle d’aria;
  3. Il contenitore viene chiuso ermeticamente durante il periodo di fermentazione in questione;
  4. Il liquido viene estratto e versato in un annaffiatoio;
  5. Le piante indesiderate vengono annaffiate con puro letame di ortica e l’operazione viene ripetuta tante volte quanto necessario;
  6. Guardiamo questo video per assimilare completamente il metodo di preparazione del letame di ortica.

Per proteggere le tue piante e il tuo orto dalle erbacce, semplici consigli naturali fanno la differenza… e ora hai l’imbarazzo della scelta!

Leggi anche: Guida pratica per piantare i semi di limone in vaso

Qual è il diserbante più efficace?

Il modo migliore per diserbare il giardino o i vialetti è usare l’olio di gomito. Sì, estirpare le erbacce con le mani è ancora più efficiente e meno inquinante. Puoi anche usare attrezzi da giardinaggio per questo.

Leggi anche: Il trucco geniale per far crescere un ulivo da un nocciolo: niente di più semplice