Press ESC to close

Quale pianta è opportuno coltivare nell’orto per scacciare i vermi che distruggono il raccolto?

Non tutti i lombrichi sono benefici per l’orto. Mentre alcuni aiutano ad aerare il terreno, altri sono piuttosto dannosi per le piante perché si nutrono delle loro foglie e radici. Questo è il caso delle larve bianche del maggiolino. Per proteggere il tuo orto da questi parassiti puoi coltivare alcune piante note per la loro azione repellente. Scopri quale pianta coltivare nell’orto per scacciare i bachi che distruggono il raccolto.

Alcuni vermi sono molto dannosi per le piante. Questo è particolarmente vero per la larva bianca del maggiolino. Questo ama le piante vegetali con radici o tuberi carnosi. In caso di attacco, la crescita della pianta rallenta o addirittura si arresta completamente. La pianta poi diventa gialla e potrebbe morire. Se osservi una pianta attaccata, noterai che le radici e la corona sono morsicate o recise, soprattutto nel caso delle piante giovani.

Quale pianta coltivare nell’orto per scacciare i bachi che distruggono il raccolto?

 

Innaffia una pianta

Alcune piante da fiore sono molto utili nell’orto. Aiutano a respingere i parassiti e quindi a proteggere i raccolti dagli attacchi di alcuni insetti. È il caso della calendula officinalis, detta anche calendula o calendula da giardino. Questa pianta da fiore è efficace nel respingere i vermi, ma anche gli afidi, le mosche e altri insetti che rappresentano un pericolo per i raccolti. La sua azione repellente, infatti, gli permette di difendersi dai parassiti, ma anche di difendere le piante che lo circondano. Puoi coltivarlo per proteggere le tue piante vegetali dagli attacchi dei vermi, in particolare dalle larve bianche del maggiolino. Questi attaccano particolarmente barbabietole, carote, patate e rape. Oltre a tenere lontane le larve bianche, i fiori di calendula hanno anche la particolarità di attirare farfalle e insetti impollinatori, fondamentali per l’equilibrio dell’ecosistema.

Calendula officinalis

Originaria dell’Europa meridionale, la calendula è una pianta aromatica da fiore della famiglia delle Asteraceae. Questa pianta annuale con fogliame deciduo è facile da coltivare. Si adatta infatti a tutti i terreni, anche quelli più poveri. La calendula teme il gelo e preferisce una posizione soleggiata. Può sopportare anche il caldo, ma a condizione che la terra rimanga fresca.

La calendula può essere piantata in ottobre o marzo, per le regioni dal clima mite. Per le regioni più settentrionali, invece, la semina va effettuata a partire da aprile. La tecnica più comune per piantare la calendula è la semina. Per fare questo seminate qualche seme direttamente nell’orto, nel terreno, e ricoprite le piantine con del terriccio. Tieni presente che è importante annaffiare il terreno regolarmente, per mantenerlo fresco. Dopo che le piantine saranno emerse, ricordatevi di eliminare le piante fragili, in modo da conservare solo i giovani germogli vigorosi. Durante questa operazione, assicuratevi di mantenere un intervallo di 25 cm tra due piante.

Quali sono le altre soluzioni per eliminare i vermi dall’orto?

Vermi bianchi

Per eliminare i vermi dall’orto puoi utilizzare questi suggerimenti:

  • Sabbia per scacciare i vermi

Per evitare che i vermi si insinuino sulle piante, valuta di cospargere un sottile strato di sabbia sulla superficie del terreno. Ciò renderà più difficile per i vermi deporre le uova.

  • Farina di senape per eliminare i vermi

Per eliminare le larve bianche che attaccano le tue piante vegetali, valuta di diluire un po’ di farina di senape in acqua e di utilizzare questa soluzione per annaffiare le tue piante.

  • Nematodi entomofagi per combattere i vermi

I nematodi sono vermi considerati benefici per il giardino. Sono detti entomofagi perché si nutrono di insetti. Detto questo, permettono di combattere in modo naturale i bruchi o le larve di chafer presenti nel terreno. Per fare questo, puoi annaffiare il terreno del tuo orto con un prodotto biologico a base di nematodi entomofagi, che puoi trovare in un garden center.