Il salmone è un’ottima fonte di proteine, omega-3, vitamina B, calcio e antiossidanti. Ma, al di là della sua ricchezza nutrizionale, questo pesce ha un sapore unico che delizia le nostre papille gustative. Per stupire i tuoi ospiti, niente è meglio di un delizioso filetto di salmone cotto al forno, fondente all’interno e croccante all’esterno. Devi ancora sapere come metterlo in forno senza commettere errori. Per prepararlo alla perfezione, e cucinarlo con successo come al ristorante, ci sono alcuni punti d’oro da seguire scrupolosamente. Scoprili!

Fette di salmone

Quanto tempo ci vuole per cuocere il salmone in forno?

Un condimento ben studiato: origano, aglio, limone, un filo d’olio d’oliva, un po’ di sale e pepe. E ora, voilà! Accompagnato da riso, pasta, verdure croccanti o una semplice insalata fresca, quando è ben preparato, il salmone può diventare rapidamente un piatto estremamente gustoso e soprattutto molto salutare.

Ma per ottenere un risultato del genere, devi tenere conto di alcuni saggi consigli.

Leggi anche:  Ricetta del salmone al cartoccio con salsa al limone, sano, goloso e che fa bene al cuore

  • Prima di tutto, al momento dell’acquisto, è fondamentale scegliere il pezzo di salmone perfetto. Scegli il salmone d’allevamento con l’etichetta rossa. Assicuratevi soprattutto della sua freschezza e della sua qualità: quando il salmone è freschissimo, non ha un forte odore “di pesce” che possa ripugnarvi, né macchie marroni sulla sua carne, la sua pelle non deve essere secca, ma piuttosto umida e le sue squame dovrebbero apparire lucenti. Infine, opta per un salmone dal colore arancione, il suo sapore sarà solo migliore.
  • Ti consigliamo di acquistare salmone fresco. Se lo acquisti congelato, ricontrolla che la confezione sia ben sigillata e che non sia strappata da nessuna parte. Leggi sempre l’etichetta per assicurarti che sia fresca ed evita i prodotti che contengono coloranti.
  • Per quanto riguarda la corretta cottura, il tempo dipende da diversi fattori, tra cui lo spessore del filetto di salmone, le sue dimensioni, il suo peso e la temperatura utilizzata all’interno del forno. In linea di massima occorrono circa 10 minuti per un filetto di 2,5 cm di spessore e va cotto ad una temperatura dolce di 180°C. Alcuni consigliano di consentire da 4 a 6 minuti di cottura per ogni centimetro di spessore. Attenzione: se sulla superficie del salmone iniziano a comparire macchie bianche di grasso, significa che il tempo di cottura è stato troppo lungo. Per precauzione, è meglio controllare di tanto in tanto con una forchetta.

NB  : ovviamente potete condire il salmone secondo i vostri gusti. Alcuni preferiscono l’origano, ma potete sostituirlo con un’altra erba aromatica, come timo, acetosa, aneto o erba cipollina.

Cuocere il salmone in forno

Ecco una deliziosa ricetta per il salmone al forno

Ingredienti :

  • Qualche filetto di salmone fresco
  • Olio d’oliva
  • Sale
  • Pepe
  • Aglio tritato
  • Spezie ed erbe fresche, secondo il vostro gusto
  • Limone

Metodo di preparazione:

  • Preriscaldare il forno a 180°C.
  • Foderare la teglia con carta da forno (oppure optare per una teglia).
  • Disporre i filetti di salmone con la pelle rivolta verso il basso e condire con sale e pepe sufficienti.
  • In una ciotola mescolate un filo d’olio d’oliva con l’aglio tritato e il succo di mezzo limone. Mescolare bene e aggiungere spezie ed erbe aromatiche secondo le proprie preferenze.
  • Ungete i filetti di salmone con il composto ottenuto, sia sopra che lateralmente.
  • Tagliate il restante mezzo limone a fettine sottili e disponetele su ogni fetta di salmone.
  • Metti la piastra nel forno.

NB  : Una temperatura di 180°C è ideale per la cottura di filetti o bistecche di salmone. Bastano dai dieci ai quindici minuti per una cottura perfetta. Ma non dimenticare di guardare sempre, perché la cottura è generalmente variabile a seconda del peso, delle dimensioni e dello spessore del salmone.

Leggi anche: Ricetta salutare: delizioso gratin di spinaci al salmone che si scioglie in bocca

Dopo aver sfornato il salmone, potete condirlo con timo o aneto fresco, secondo il vostro gusto.Per quanto riguarda i contorni, la scelta non manca: fagiolini saltati in padella con burro e aglio, riso basmati cotto con acqua o risotto, tagliatelle fresche, patate saltate, gratin di verdure o semplicemente un’insalata verde se siete a dieta. Buon appetito !

Leggi anche: I pericoli del salmone d’allevamento