Le uova sono uno di quegli alimenti che non possono mancare in frigorifero. Non è solo un alimento altamente nutriente, ma è anche facile da preparare e consumare in molteplici ricette. Tuttavia, sai come conservare correttamente le uova e prepararle in modo che non si deteriorino?

Se le uova non sono conservate in buone condizioni, possono comparire batteri, soprattutto a causa del calore. Pertanto, è necessario prestare un’adeguata attenzione, sia durante la preparazione che durante la conservazione. Ecco i nostri consigli.

bollire le uova

Come preparare le uova sode?

Il processo di preparazione delle uova sode è molto semplice, ma non sempre lo facciamo bene. I punti di cottura sono tanti, che variano a seconda dei gusti individuali, ma più a lungo si cuociono, meno si rischia di subire un eventuale deterioramento.

Leggi anche: Il trucchetto geniale per avere più calore in casa. Cosa fare su Windows

Per prepararli, avrai bisogno di una pentola d’acqua. Fateli bollire per 10 minuti. È abbastanza tempo.

Conservare le uova in frigorifero

Qual è la durata di conservazione delle uova sode?

Gli esperti di sanità pubblica e alimentazione ritengono che un uovo sodo debba essere consumato entro un massimo di sette giorni, a condizione che sia stato conservato in adeguate condizioni di refrigerazione, indipendentemente dal fatto che lo abbiate lasciato nel guscio o meno. .

L’importante, infatti, è che rimangano perfettamente isolate in un contenitore ermetico e in frigorifero. Da notare che una volta cotte, le uova non devono rimanere più di due ore a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo, devono essere refrigerati.

Dovresti sapere che la durata di conservazione delle uova sode può ridursi di 3 o 4 giorni, cosa che accade quando usiamo la maionese per accompagnarle o quando le combiniamo con altri alimenti come l’insalata.

Come fai a sapere se un uovo sodo è in buone condizioni?

È normale che dopo un po’ di tempo in frigorifero si abbiano dei dubbi sullo stato dell’uovo sodo. Per sapere se è possibile consumarlo, è meglio metterlo in una ciotola di acqua fredda. Nel caso in cui rimanga sul fondo del contenitore, non ci saranno problemi a mangiarlo. Se alla fine sale in superficie, significa che è inadatto al consumo e deve essere scartato.

C’è anche la possibilità di aprire l’uovo sodo per controllare eventuali macchie o odori insoliti. Quando l’albume appare grigiastro, verde o viola, evita di mangiarlo. Le uova cotte tendono a emanare un odore molto sgradevole quando si deteriorano.

Sbucciare le uova

Come preparare un uovo sodo facile da sbucciare?

Uno dei grossi problemi con le uova sode è il peeling del guscio. A volte si attacca eccessivamente all’albume e questo ci costringe a togliere tutto distruggendo l’uovo.

Per sbucciarle più facilmente, mettete le uova in una casseruola dal fondo pesante e copritele d’acqua per più di un centimetro. Trascorso il tempo di cottura, che solitamente si aggira intorno ai 10 minuti, dovranno essere tolti dal fuoco, ma è necessario tenerli in acqua calda per altri 10 minuti. Poi metteteli in una ciotola piena di acqua fredda, lasciandoli riposare per 15 minuti.

Leggi anche: Il trucco per conservare i limoni per 1 anno, non marcire più, non c’è bisogno di buttarli via

Rompi il guscio facendo rotolare l’uovo su una superficie dura o picchiettandolo su una superficie piana. Sotto l’acqua sbucciare le uova, cercando di non lasciare residui di guscio.

È quindi necessario essere estremamente vigili durante la conservazione e la preparazione delle uova sode perché possono deteriorarsi molto rapidamente.

Leggi anche:  Mantieni il pane fresco per 2 settimane con un semplice accorgimento: non serve congelarlo