L’umidità ha invaso la tua casa e non sai come combattere questo inconveniente? Hai esaurito tutti i rimedi possibili e immaginabili, ma niente aiuta, l’umidità resiste e persiste. Non preoccuparti ! C’è un modo naturale per superare questo flagello nella tua casa. Sebbene siano generalmente sottovalutate, alcune piante possono essere efficaci in una situazione del genere. È il caso della pianta ragno, che oltre ad abbellire i tuoi interni, aiuta ad assorbire l’umidità in eccesso nella tua casa. Ecco alcuni suggerimenti per ottenere il massimo dai benefici di questa superba pianta.

L’umidità in casa può essere un vero rompicapo, purtroppo difficile da risolvere. Appassionato di alternative naturali ed economiche, puoi contare sulla pianta ragno per purificare l’aria della tua casa e regolare l’umidità in una o più stanze.

In che modo la pianta ragno assorbe l’umidità nella tua casa?

Più comunemente conosciuta con il dolce nome “  XConficcare le unghie in un limone: il trucco preferito per salvare le piante del mio giardiniere ” o falange, la pianta ragno è una pianta originaria del Sudafrica, appartenente alla famiglia delle Liliacee. Prende il nome dalle sue sottili foglie ricadenti. Pianta da appartamento, la falange è di facile manutenzione, soprattutto perché le sue radici sono note per immagazzinare una notevole quantità di acqua.

Leggi anche:  Conficcare le unghie in un limone: il trucco preferito per salvare le piante del mio giardiniere

Decorativa quando viene trasposta in un vaso, la pianta ragno viene generalmente scelta per la sua estetica e la sua capacità di abbellire un interno. Ma il suo contributo non si limita solo a questo! Quest’ultimo, infatti, è rinomato per la sua capacità di combattere i problemi di umidità in casa, disinquinando e purificando l’aria dell’alloggio, monossido di carbonio e biossido di azoto, in particolare, senza dimenticare formaldeide, toluene, benzene e xilene. Questa pianta può quindi fungere da deumidificatore naturale. Allora perché privarsene?

Come mantenere la pianta ragno?

La falange è una  pianta di facile manutenzione , soprattutto se non si ha il pollice verde. Tuttavia, dovrai fornirle le condizioni necessarie per vedere sbocciare i suoi bei fiori bianchi a forma di stella, in primavera e in estate.

Dove posizionare la pianta ragno?

Resistente, la pianta ragno si adatta a tutte le temperature interne, durante tutto l’anno. Tuttavia, quest’ultimo è particolarmente adatto a temperature comprese tra 7°C e 18°C. Come forse saprai, la falange ha bisogno di luce intensa senza essere esposta alla luce solare diretta. L’umidità del bagno gli si addice perfettamente, purché questa stanza sia un po’ luminosa. Inoltre, più il tuo interno sarà umido, più il suo fogliame sarà luminoso e vivace.

Quanto spesso annaffiare la pianta della falange?

Come accennato in precedenza, la pianta ragno immagazzina acqua, grazie alle sue radici. Inutile quindi annaffiarla abbondantemente con il rischio di annegare il substrato. Andrà bene un’irrigazione moderata in primavera e in estate. In questo caso, dovrai semplicemente assicurarti che il terreno sia umido. In autunno e in inverno si può limitare l’apporto idrico, mantenendo il terreno asciutto tra due annaffiature. Infine, fai attenzione a non lasciare troppa acqua nel sottovaso. Ciò impedirà alle radici di marcire.

Come mantenere correttamente la pianta della falange?

Nonostante non richieda una manutenzione costante, però, è consigliabile prestare attenzione alla crescita della pianta ragno. Ricordati di pulirne le foglie di tanto in tanto con un panno morbido e umido. Spolverandole, permetterai una migliore infiltrazione della luce. Sappi anche che è bene portare  del fertilizzante a questa pianta, dalla primavera fino all’autunno, due volte al mese. Per questo, scegli un fertilizzante liquido per piante verdi. Quando l’inverno è qui, puoi interrompere questa assunzione.

Infine, se noti che le punte delle foglie sono sempre più secche, considera di tagliarle proprio come i gambi morti. Questo indicherà sostanzialmente che l’aria è troppo secca e che la falange ha bisogno di un po’ più di umidità.

Leggi anche: Ecco cosa succede quando un cactus cresce in casa tua

Quando rinvasare la pianta ragno?

Essendo in grado di crescere rapidamente, la falange può sentirsi rapidamente angusta nel suo vaso. Se noti che le radici stanno raggiungendo sempre più i bordi del vaso, dovresti considerare di rinvasarlo abbastanza presto, in un vaso più grande. Si consiglia di effettuare questa operazione ogni anno, in primavera. Per fare ciò, ricorda di seguire i seguenti passaggi:

  • Scegli un vaso più grande in modo che la pianta abbia lo spazio necessario;
  • Riempite il vaso con terriccio ben drenato e posizionate delle palline di argilla sul fondo del vaso in modo che l’acqua scorra meglio;
  • Coprire parzialmente il vaso con il substrato;
  • Metti la tua pianta nel vaso, aggiungendo il terreno necessario e poi annaffiala.

Come avrete capito, cari lettori, la pianta ragno non solo è una pianta che aiuta a combattere l’eccesso di umidità in casa, ma può fungere anche da pianta rigogliosa, capace di dare un bel tocco estetico alla vostra casa. .

Leggi anche: Cosa controllare prima di acquistare fiori. Il segno rivelatore che presto appassiranno