Le foglie della verdura possono essere consumate e offrono molti benefici all’organismo, avendo vitamine e minerali. Anche se del ravanello o della carota scegliamo di mangiare solo la radice, le loro foglie sono aromatiche e dovrebbero essere utilizzate in insalate o altri piatti.

I ravanelli sono tra gli ortaggi più consumati nel nostro Paese. È rinfrescante e fresco, quindi è perfetto per le insalate, magari può essere mangiato così com’è. Anche se molti di noi scelgono di mangiare la radice, le foglie non dovrebbero essere tralasciate.

Oltre alla cucina rumena, i ravanelli si trovano principalmente in Corea e Cina. È fonte di numerose vitamine che aiutano l’organismo in molte delle sue funzioni. La radice del ravanello viene consumata sempre di più, ma le foglie apportano molti benefici. Contengono vitamina C, vitamina B6, magnesio, fosforo, ferro, ma anche vitamina A. Durante il pasto aiutano a disintossicare l’organismo ed eliminare le tossine accumulate nella stagione fredda, quando scegliamo di mangiare cibi molto più trasformati.

Hanno anche un gusto aromatico e possono essere consumati crudi o anche in una zuppa cremosa, insieme a diversi ingredienti, come patate, cipolle verdi, scalogno, prezzemolo o aneto. Possono essere cotti al vapore e poi mangiati con un filo d’olio d’oliva sopra, creando un delizioso contorno. Per le insalate si consiglia di scegliere le foglie giovani.

Come con i ravanelli, si mangiano le foglie di carota. Anche se molte persone scelgono di buttarli via, è la cosa sbagliata da fare. Sono un’ottima fonte di nutrienti che forniscono all’organismo, forniscono vitamina C, potassio, calcio e aumentano l’immunità grazie agli antiossidanti che contengono. Possono essere consumati in insalate, frullati, zuppe o zuppe.

Si mangiano i gambi e le foglie della barbabietola rossa, essendo ricchi di fibre, calcio, ferro e vitamine A e K. Migliorano il sistema immunitario e possono essere aggiunti a insalate, stufati, zuppe o zuppe.