Esiste un altro modo altrettanto efficace per propagare le rose, che non richiede talee. Questo metodo prevede l’utilizzo di semi di ramoscelli rosa sbiaditi. Un’adeguata preparazione dei semi per la semina garantirà la comparsa di piantine forti e sane che alla fine diventeranno cespugli rigogliosi.

Per iniziare, immergere i semi per mezz’ora in acqua con l’aggiunta di uno stimolatore della formazione delle radici.

Trascorso questo tempo, mettete i semi in un vaso con terriccio leggero e nutriente.

Cospargete un piccolo strato di terra sui semi e poi versate delicatamente l’acqua utilizzata per l’ammollo.

Assicurati che il terreno rimanga umido e annaffia regolarmente le tue piantagioni. In sole 3-4 settimane inizierà lo sviluppo intensivo della massa verde.

Durante questo periodo, il sistema radicale delle piantine inizierà a formarsi attivamente.

Trapianta le giovani piante di rose in vasi più grandi e continua a prendertene cura come al solito. Quando arriva la primavera, le piantine possono essere piantate in un posto permanente nel giardino.

Questo metodo permette di coltivare rose sane e belle senza nemmeno ricorrere alle talee.