Un frutto è in grado di ridurre gli effetti dannosi del consumo di cibi grassi.

L’uva

Gli esperti dell’Università della Carolina del Nord hanno scoperto che l’uva può ridurre gli effetti dannosi dei cibi grassi a causa del contenuto di polifenoli in essi contenuti.

Gli scienziati hanno dimostrato che mangiare burro intero per 11 settimane, arricchito con il 3% di estratto d’uva, ha ridotto la percentuale di grasso corporeo totale e sottocutaneo.

Inoltre, durante lo studio, hanno notato che con il consumo di uva, la composizione della microflora intestinale è cambiata in meglio e il numero di batteri benefici è aumentato, sebbene durante questo periodo i partecipanti abbiano consumato anche cibi grassi.

Nel secondo esperimento, durato 16 settimane, gli autori dello studio hanno incluso nella dieta dei partecipanti una varietà di cibi ricchi di grassi, tra cui strutto, sego di manzo e burro.

Gli scienziati sono giunti alla conclusione che quando si consumano questi prodotti contenenti polifenoli dell’uva, si verifica una riduzione del grasso corporeo e un miglioramento delle condizioni del tratto gastrointestinale.